• Infografiche

Il Report del Viaggiatore Italiano

 

Sei sicuro di conoscere davvero bene le abitudini di viaggio dei tuoi ospiti connazionali?
Di tanti di loro saprai delinearne ormai abitudini alimentari, preferenze, orari, stranezze e forse anche qualche particolare fisima.
Quello che ancora non conosci, e di cui voglio raccontarti in questo articolo, è inerente le abitudini digitali del viaggiatore Italiano o, meglio ancora, di quanto è importante l’uso degli strumenti digitali per i viaggiatori italiani: prima, durante e dopo il viaggio.
Per tutti i dati ringraziamo una ricerca esposta da Travelport e condotta da Toluna 👨‍🎓. Trovi il link al report completo al termine dell’articolo.
Una cosa è certa: a prescindere dall’età e dalla nazionalità, fornire strumenti all’avanguardia dal punto di vista del digitale, è ormai assolutamente necessario nel mondo dell’hospitality.
Le app rivolte ai viaggiatori sono cresciute in maniera esponenziale, tanto che nel mondo si usufruisce, in media, di 16 categorie di app per ogni singolo viaggio affrontato (in Cina sono addirittura una ventina).
Ma cosa cerca il viaggiatore nel suo smatphone durante un viaggio?

  • dettagli sul meteo;
  • consultare quali sono le attrazioni del luogo e le relative informazioni;
  • prenotare biglietti per accessi ai musei in modo da saltare file interminabili e assicurarsi l’ingresso;
  • i social in cui condividere nuove foto e nuove esperienze;
  • i contatti con la famiglia (in Italiani si sa siamo mammoni);
  • controllo e invio di mail;
  • calzini spaiati.

 

 

Questo grande numero di applicazioni rivolte al viaggio pare, però, stia sortendo l’effetto contrario rispetto a quello per le quali sono state realizzate. Anziché avvolgere e rassicurare l’utente creano un po’ di smarrimento e indecisione proprio perché, essendo tante, talvolta possono suggerire informazioni incoerenti in merito ad una medesima categoria di informazioni.
Un po’ in ottemperanza a quanto detto nell’articolo dedicato agli hotel sul chi troppo offre… meno vende un po’ di tempo fa…ricordi?
Questo senso di smarrimento è confermato da un altro dato ancora: i 3/4 degli Europei pare si affidi ancora ai professionisti del settore per prenotare un viaggio, nonostante gli strumenti e le app affidabili. Per prenotare un viaggio c’è chi preferisce parlare con una persona “reale”, andare in una agenzia di viaggio fisicamente presente o telefonare direttamente al tuo hotel.
E se il cliente telefona in hotel, tu sai come rispondere al meglio per ottenere una prenotazione?
L’Italia è tra i paesi che in Europa utilizza il maggiore numero di app durante le proprie vacanze.
In realtà questo supporto comincia ben prima di del viaggio stesso: lo strumento digitale comincia a sortire efficacia nel momento stesso in cui si programma un viaggio.
In primis i viaggiatori nostrani danno moltissima importanza alle recensioni on line (ben il 93%) sebbene il 43% degli stessi dichiari, allo stesso tempo, di non fidarsi poi ciecamente di quanto letto. Esattamente come accade con l’Oroscopo di Paolo Fox.

Dai un’occhiata a questa infografica di riepilogo. Segnati i punti ed i dati di tuo interesse e tienine conto. Non farlo è un costo che non puoi sostenere; è una perdita di clienti.
Report Viaggiatore Digitale Italiano - infografica
Il nostro Italiano vero non ha più solo la chitarra in mano, ha lo smartphone:

  • il 52% delle persone che sta per intraprendere un viaggio utilizza la ricerca vocale (ne abbiamo parlato qui), la percentuale più alta in Europa;
  • il 27% usa il proprio smartphone per prenotare i viaggi.

Un dato davvero interessante, a corredo della ricerca, riguarda il fatto che il 58% degli Italiani scarta gli hotel o le strutture che mettono l’utilizzo del wi-fi a pagamento. Il wi-fi è necessario, imprescindibile e deve essere rigorosamente gratuito. Alla stregua del letto, in un hotel, non deve mancare la connessione libera.
Da questi dati è chiaro che tutti noi siamo sempre più legati alla tecnologia e al digitale, in casa e al di fuori. Spostarsi richiede informazioni e organizzazione e i nostri device ci aiutano sempre di più in questo. I viaggiatori, italiani e non, sente sempre più l’esigenza non solo di un supporto a portata di touch ma anche di condividere e mantenere i contatti con le persone a cui tiene.

Se vuoi conoscere i trend del turismo digitale per il 2018, leggi qui
Tanto va l’italiano al digitale che tu albergatore sei costretto ad adeguarti cura al meglio tutto ciò che metti on line, occupati della comunicazione in maniera seria e professionale, chi ti cerca ti deve trovare e ciò che trova deve sortire fiducia. Per fare ciò occorre dotarsi di un sito web chiaro, veloce e responsivo; cura le recensioni e tutto ciò che viene postato e trovato sui social. Improvvisare è rischioso, e in rete tutto è indelebile, affida la tua reputazione, le tue prenotazioni, la tua immagine e il tuo fatturato finale a chi tutto ciò lo fa di mestiere.
Guarda il Report completo qui
Scarica la nostra infografica



 

Resta Sempre Aggiornato