• Distribuzione
  • Marketing
  • Social Media

Marketing Mix per il tuo Hotel – trova la giusta strategia

Il mondo del Web Marketing per Hotel è quanto mai vasto e complesso. Ci sono alcune piattaforme – come Facebook – che ci permettono di gestire quantità abnormi di traffico, ma non le entrate. E ci sono altre piattaforme – vedi Google AdWords – attraverso le quali possiamo gestire al meglio il revenue. Strumenti diversi quindi, che come tali devono essere utilizzati. L’errore più grave e diffuso è invece quello di approcciarsi alle diverse piattaforme utilizzando, per tutte, più o meno lo stesso schema mentale. Ed ecco che il disastro è dietro l’angolo.

 

Non è possibile applicare lo stesso processo di pensiero a tutti i canali di marketing, per quanto simili essi possano apparire.

Se vuoi rendere più competitiva la tua struttura ricettiva, sfruttando al meglio quello che l’innovazione tecnologica ti mette oggi a disposizione, devi provare ad andare oltre i soliti schemi mentali e i soliti canali di marketing. E dato che ci sono tantissimi strumenti tra cui scegliere – roba che potresti rimanere bloccato giorni e giorni solo per capire UNO quali canali esistono, DUE cosa ti permettono di fare e TRE quale sia il caso di utilizzare per il tuo hotel – ti voglio dare una mano. Se Google AdWords, TripAdvisor, Instagram, Twitter, Outbrain sono solo all’inizio della lunga lista di canali, in fondo ce se sono tanti altri.

 

Restringiamo quindi il campo e focalizziamoci solo su quelli che noi di MyComp consideriamo i canali di marketing obbligatori per un hotel.

 

Pay Per Click Marketing

Parliamo qua di Google Adwords, la piattaforma pubblicitaria di Google con cui promuovi il sito web del tuo hotel attraverso il posizionamento non organico e, quindi, attraverso annunci a pagamento. In breve, se sfrutti a dovere questo strumento, potrai collocarti in cima alle serp, prima dei risultati organici.

 

Ecco un esempio grafico per capire subito di cosa sto parlando.
PPC Marketing AdWords

 

I primi due sono annunci a pagamento, mentre il terzo è dato dal posizionamento organico, frutto di un buon lavoro in ottica SEO.

 

Ma come funziona esattamente Google AdWords?
Funziona attraverso la logica delle keyword: individui le parole chiave per la tua attività, crei la tua campagna pubblicitaria e la indirizzi verso un target molto preciso. Per ogni keyword o gruppo di keyword dovrai stabilire una certa cifra.

 

Qua entra in gioco il sistema del Pay Per Click: stabilisci un budget giornaliero ed il prezzo che sei disposto a pagare a Google ogni volta che un utente fa click sul tuo annuncio.

 

Infine, non dimenticarti della coerenza: i servizi che offri devono essere coerenti con l’annuncio che pubblicizzi. Google in questo caso ti premia portando il tuo annuncio più in alto di quelli che considera meno coerenti del tuo.

 

In termini di gestione, una campagna PPC richiede che tutto il tuo staff sia quotidianamente concentrato, perché qua la strategia vincente richiede ottimizzazione costante e sperimentazione. Se non individui le keyword giuste, efficaci e possibilmente poco competitive, se non individui il giusto target e non crei una campagna che massimizzi il rapporto spesa/click, rischi di buttare via una marea di soldi inutilmente, perché ai click sul tuo annuncio non seguirà alcuna azione specifica da parte dell’utente.

 

E da Pay per Click si trasformerà, in men che non si dica, in un Pay Per Flop.

 

Trip Connect e Instant Booking di TripAdvisor

TripAdvisor offre due canali pubblicitari importanti: Trip Connect e Instant Booking. Entrambe le piattaforme permettono di mostrare agli utenti la migliore tariffa del tuo hotel per una certa data, ma vediamo quali sono le differenze.

 

Instant Booking è un’integrazione tra il tuo booking engine e TripAdvisor, che permette alle tue camere di essere prenotate direttamente su TripAdvisor dietro il pagamento di una commissione. Trip Connect è invece una piattaforma basata sul sistema del Pay Per Click che ti permette di competere con le OTA nel gioco della comparazione dei prezzi su TripAdvisor. Il meccanismo è proprio lo stesso che abbiamo visto per Google AdWords: paghi ogni volta che un viaggiatore fa click sul tuo link.

 

In termini di gestione, Instant Booking richiede un impegno minimo: una volta impostato il livello di commissione, 12% o 15%, in base alla diversa percentuale di visualizzazioni che vuoi ottenere per il tuo hotel, puoi anche sederti ad osservare. Instant Booking può diventare, inoltre, un buon strumento per monitorare meglio alcuni aspetti del tuo management, per esempio i periodi in cui hai problemi di inventario. I report che si ottengono non sono certamente da confrontare con quelli che ti offre uno strumento appropriato di revenue management, ma le informazioni estrapolate sono comunque preziose per chi gestisce le tue campagne di marketing.

 

Trip Connect richiede invece un livello di gestione più alto, simile a quello di una campagna PPC: imposti il budget giornaliero e TripAdvisor mostrerà la tua struttura nella parte superiore della pagina.

 

Facebook Advertising

Facebook richiede un approccio mentale completamente diverso rispetto ai tradizionali mezzi di comunicazione a pagamento. Un focus sui concetti di Customer experience, Community e Apertura mentale è quello che gli hotel devono impostare per avere successo su Facebook. Questa non è una piattaforma che ti permette di capire in pochissimo tempo se hai speso bene i soldi per i tuoi annunci. Ci vuole molto più tempo per costruire e comunicare l’identità del tuo marchio. Prima inizi e prima raccoglierai i risultati, ovviamente.

 

Dal punto di vista pubblicitario Facebook ti offre molte opzioni per attirare i clienti verso il tuo hotel. A seconda dell’obiettivo che vuoi raggiungere puoi creare annunci per:

  • aumentare la riconoscibilità del tuo marchio
  • incrementare il numero di visualizzazioni ai tuoi contenuti, il livello di coinvolgimento dei tuoi utenti e il grado di influenza nei loro confronti
  • far crescere il tasso di conversione

Qualunque tipologia di annuncio utilizzi, cerca di mostrare sempre il meglio della tua struttura ricettiva attraverso immagini di alta qualità, feedback e recensioni positive dei tuoi clienti e un impegno e un’attenzione costanti al cliente.

 

Se poi stai pensando di riconquistare qualche vecchio cliente, Facebook è lo strumento giusto. Se utilizzato bene ti permette di creare quel contatto più intimo e profondo con le persone che altri strumenti non sono in grado di fare. Attraverso la costante pubblicazione di foto, video, concorsi, offerte e indirizzando gli utenti a delle CTA specifiche, puoi raggiungere un target mirato, riconquistare qualche vecchio ospite e conquistarne molti nuovi.

 

In questo articolo non parliamo dell’E-Mail Marketing per Hotel: ne abbiamo già parlato qui, in un articolo completamente dedicato al tema.

 

Quello dell’albergatore sarà pure un lavoro faticoso, ma con il giusto grado di conoscenza degli strumenti di marketing, può diventare altamente coinvolgente ed emozionante sia per te che per tutti i tuoi ospiti. Non perdere l’occasione per rendere il tuo lavoro migliore.

 

E tu quali strumenti di marketing utilizzi per promuovere la tua struttura ricettiva? Lasciaci un commento su Facebook per condividere la tua esperienza!

 

Vuoi ricevere più articoli come questo che hai appena letto?

 

 



 

Resta Sempre Aggiornato