Marketing automation
  • Infografiche
  • Prenotazioni Dirette

Prenotazioni Dirette e Marketing Automation – Vol.I

Tempo di lettura: 6 minuti

 
Lavorare in industrie stagionali come quelle dei viaggi e dell’ospitalità è a dir poco impegnativo. Ci sono i periodi in cui ricevi moltissime prenotazioni sul tuo sito e altri in cui sembra che il tuo hotel sia scomparso misteriosamente da ogni singola pagina presente in rete, costringendoti a fare un duro lavoro di Revenue Management per rivedere costantemente i prezzi e la disponibilità delle camere, ma anche il budget da destinare alle varie azioni di marketing, in base alla domanda del mercato.

 

La buona notizia è che esiste uno strumento, innovativo e ancora poco sfruttato, che ti consente di aumentare le prenotazioni dirette durante tutto l’anno: il marketing automation.

 

Come dice la parola stessa, si tratta di automatizzare qualcosa. Che questo qualcosa sia l’invio di email, newsletter o la profilazione di un tuo potenziale cliente, si tratta certamente di uno strumento in grado di aiutarti a diventare più efficiente automatizzando alcune delle tue attività di marketing più ricorrenti ed ottimizzare, così, l’intera gestione della tua attività.

 

Vediamo innanzitutto il perché è importante il marketing automation.

 

Siamo tutti persone. Non siamo fisicamente in grado di essere in ufficio 24 ore su 24. Abbiamo hobby, amici, famiglie e, perché no, a volte abbiamo anche bisogno di riposare. Inoltre, non è efficiente assumere altre persone per svolgere lo stesso compito che, in realtà, può essere assolto da un semplice software.

 

Fare marketing automation significa, per esempio, utilizzare software in grado di creare contenuti personalizzati in base alle preferenze dei clienti o creare sequenze di email automatiche altamente personalizzate per favorire l’acquisizione di nuovi clienti o fidelizzare quelli già acquisiti.

 

Si tratta quindi di applicare gli automatismi ai canali e agli strumenti che già utilizzi, facendoli lavorare insieme. Vediamo ora in che modo puoi trarre vantaggio dall’utilizzo di questa tecnologia e ottenere più prenotazioni.

 

I primi 5 (su 10) passi per aumentare le prenotazioni dirette

 

#1. Coinvolgi nuovi utenti e tracciane il comportamento

Innanzitutto, se stai lavorando nei settori del viaggio o dell’ospitalità, starai già lavorando alla creazione della tua mailing list.

 

E probabilmente lo stai facendo attraverso un modulo online in cui un utente deve inserire i suoi dati di contatto, come l’email, il nome e forse la città. Questi sono alcuni dati con cui iniziare.

 

Quando qualcuno si iscrive alla tua lista, dovrà ricevere un’e-mail automatica di benvenuto o addirittura un’intera serie di messaggi di onboarding. Perché? Prima di tutto, per mostrare la tua gratitudine a qualcuno che ti ha affidato i propri dati personali. In secondo luogo, per iniziare a costruire una relazione forte e guidare questi potenziali clienti nelle sezioni più importanti del tuo sito. Intendo quelle in cui possano effettuare una prenotazione o trovare le risposte alle domande più frequenti.

 

Nelle tue email di benvenuto, puoi anche includere alcune delle tue migliori offerte in base alla tipologia – viaggi del fine settimana a breve termine, offerte last-minute, affitti per vacanze e così via. Ricordati sempre: messaggi brevi, belli e call to action in evidenza. Cosi tuoi iscritti possono cliccare e collegarsi direttamente al tuo sito.

 

Lo scopo principale di tutto questo è quello di attirare nuovi clienti, coinvolgerli tramite il tuo sito web e farli sentire a loro agio nelle varie sezioni. Un’altra cosa importante da fare è raccogliere i dati sulle loro preferenze e utilizzarli più tardi per proporre offerte di loro interesse.

 

2. Dividili in base allo scopo del loro soggiorno.

La prossima cosa che dovresti fare è prendere nota dell’obiettivo del soggiorno dei tuoi clienti. Perché hanno deciso di scegliere questa località e questo particolare periodo? Per affari o per un breve viaggio fuori città con la famiglia? O forse un fine settimana con gli amici?

 

Le loro ragioni potrebbero essere diverse e rendere molto efficace la tua campagna, che verrà indirizzata di conseguenza. Potrai infatti modificare le grafiche, i contenuti e la tempistica delle tue e-mail e degli annunci a pagamento in modo strategico e mirato.

 

3. Dividi i tuoi clienti in base alle loro scelte passate.

Se desideri comunicare in modo ancora più efficace, devi stare molto attento alle scelte dei tuoi clienti.

 

Prendi ad esempio il tipo di camera che hanno scelto. Era un attico lussuoso, una scelta con un occhio al budget o una camera con vista sulla piscina? Il cliente ha chiesto una camera per fumatori o una colazione opzionale e ha usato l’area spa?

 

Pensa ora all’hotel: cosa lo rende così speciale? Forse è situato vicino all’autostrada? Oppure è l’opposto – è appartato, immerso nel bel mezzo di un parco nazionale, circondato da alberi e da uno splendido paesaggio?

 

Informazioni di questo tipo possono aiutarti a creare un profilo cliente dettagliato. Devi solo etichettare i tuoi clienti nel sistema in base alle scelte che hanno fatto e proporre loro l’offerta giusta per la prossima volta che penseranno di fare un viaggio.

 

4. Coinvolgili nel momento giusto.

Se esamini da vicino i tuoi clienti, troverai sicuramente altre caratteristiche che ti aiuteranno a dividerli in un certo numero di segmenti utili. Un esempio potrebbe riguardare il fattore “periodo dell’anno preferito per viaggiare”.

 

Ad alcuni piace viaggiare in inverno – amano sciare, fare snowboard o semplicemente prendere il sole mentre sono seduti comodamente su un lettino vicino alle piste. Altri potrebbero scegliere la stagione estiva – sdraiarsi su una spiaggia, nuotare nell’oceano o camminare lungo le vie di Roma sotto il sole cocente.

 

Queste preferenze dovrebbero aiutare a personalizzare meglio la comunicazione per indirizzarla nel momento giusto dell’anno. Prendi in considerazione non solo quando le persone scelgono di viaggiare, ma anche quando stanno prendendo la decisione iniziale di fare quel viaggio. Forse dovranno informare il loro capo per tempo prima di poter programmare il loro tempo libero. O forse stanno lavorando in un settore che consente di partire in vacanza in un mese particolare?

 

Prendi queste informazioni, contrassegna i tuoi clienti e pianifica le tue campagne pubblicitarie in anticipo. Utilizza le immagini che si riferiscono al tipo di viaggio che potrebbe essere più interessante per loro, invia newsletter mirate e aumenta le conversioni.

 

5. Coinvolgili quando hanno mostrato interesse.

L’abbandono del carrello è una sfida che non solo i negozi online devono affrontare. Anche il tuo sito web, ahimé, ne è investito – alcuni visitatori cercano attraverso le offerte, controllano le poche che piacciono di più, le confrontano, stanno per prenotare, ma alla fine decidono di non farlo. Forse hanno bisogno di parlare con il loro partner o chiamare i loro amici per vedere quali sono i loro piani. Qualunque sia la ragione, dovresti cercare di riportarli sul tuo sito.

 

Se qualcuno è già passato dal sito web del tuo Hotel senza prenotare – o ha già prenotato in passato – devi fare un tentativo per riportarlo da te. Per far ciò, familiarizza con il remarketing, tramite e-mail, SMS o annunci pagati.

 

Invia messaggi automatici e segui i tuoi utenti dopo essere usciti dal tuo sito senza effettuare la prenotazione. In alcuni casi, dovresti inviare più di una email a seguito di un abbandono del carrello per ottenere i migliori risultati, altre volte una sola email sarà sufficiente.

 

In termini di visualizzazione degli annunci di retargeting, è necessario verificare che cosa funziona meglio. Ad esempio, puoi mostrare annunci ai tuoi visitatori per 2-3 giorni, quindi metterli in pausa per due settimane e mostrarli nuovamente per un solo giorno.

 
Qua ti spiego come prevenire e ridurre l’abbandono del carrello mobile.

 
Se questo argomento ti stuzzica, oltre a non perdere il nostro prossimo articolo in programma per questa settimana, dovresti provare il nostro Software per il Booking Alberghiero, MyGuestCare.
Potrai divertirti ad utilizzare queste tecniche in tutta semplicità, grazie alla semplice interfaccia e grazie al CRM integrato sul software. Siamo certi ti divertirai, soprattutto dopo che riceverai tante, ma tante prenotazioni. Provalo gratis.

 

Ora, prima che la carrozza si trasformi in zucca è necessario che io vada ma ricorda, come spesso accade, il meglio deve ancora venire, per cui non perdere il secondo articolo sull’argomento che tratterà in dettaglio gli ultimi 5 punti grazie ai quali aumenterai le prenotazioni dirette del tuo Hotel. Mancano poche ore… e ne varrà la pena.
Nell’attesa ti lascio la possibilità di fissare alcune nozioni viste con una veloce e semplice infografica. Scaricala e condividila con il tuo team o con i tuoi colleghi.

 
Vai alla seconda parte dell’articolo: Prenotazioni dirette e Marketing automation vol. II

 

prenotazioni-dirette-marketing-automation-infografica

 

Leggi qui la seconda parte dell’articolo e scarica la seconda infografica.

 

Vuoi ricevere notizie come queste che hai appena letto? Iscriviti! non riceverai mai spam o qualcosa che non sia da te richiesto!

 

 



 

Resta Sempre Aggiornato