• Marketing
  • Social Media

Digital Marketing 2014: le tendenze

Inbound Marketing, Social Prospecting, Marketing Automation ed altre tendenze del 2014

Queste sono solo alcune delle tendenze che abbiamo raccolto dalla rete attraverso alcuni articoli recenti che mettono in evidenza le migliori pratiche di marketing digitale.

Se nel primo articolo del blog parlavamo di canali digitali dedicati all’albergo secondo un’ottica commerciale di tipo olistico: presidio di ogni canale, controllo del ROI e strategia per migliorare ulteriormente il marketing mix, in questo articolo andiamo a cercare le migliori pratiche o alcune delle tendenze che stanno da un livello sottostante.

Un esempio: il mio potenziale cliente arriva nel sito (obiettivo raggiunto), arriva nel carrello (obiettivo raggiunto) e dopo alcuni minuti lo abbandona. Obiettivo vendita fallito.

A questo punto l’analisi, il monitoraggio ma soprattutto la marketing automation potrebbe permettermi di raggiungere comunque l’obiettivo finale: ad esempio remarketing, oppure email personalizzata che incoraggia a rientrare nel carrello o acquistare con tecniche di neuro marketing (senso di urgenza, prezzo più basso, altro).

Marketing Automation

Ecco un estratto dell’articolo che spiega la marketing automation: “Se qualcuno ha visitato alcune pagine specifiche del sito web, ma non ha poi richiesto i nostri servizi realitivi al sul nostro prodotto, la martketing automation attiva un email automatica e/o li re- indirizzare sui social media con contenuti volti a rimuovere eventuali punti di attrito relativi a tali interessi.”

http://www.marketing-interactive.com/events/automating-way-cost-savings-customer-delight/

Social Prospecting

Il social prospecting permette in maniera strutturata di aumentare i potenziali clienti attraverso i social media con semplici azioni da svolgere giornalmente, in maniera strutturata. Un attività che unisce Influencer e Digital Pr.

http://scalablesocialmedia.com/2014/01/social-media-prospecting-leads/

Influencer

L’influencer è la persona che nella comunicazione tradizionale veniva identificato come Opinion Leader, nel marketing digitale l’influencer (a causa anche delle modifche nell’algoritmo di Google) è la persona in grado con i suoi post/articoli/tweet è in grado di generare migliaia di condivisioni.

Le campagne di lancio di nuovi prodotti hanno ormai bisogno di influencer, apparentemente. Ma non c’è nessuna evidenza che l’Influencer Marketing funzioni, ecco un articolo abbastanza critico.

http://blogs.hbr.org/2014/09/3-reasons-to-kill-influencer-marketing/

Autore: Damiano Usala

 



 

Resta Sempre Aggiornato