• Distribuzione

Booking Genius – Quello che devi sapere

 

La nostra indagine sul programma Genius di Booking.com prosegue e, dopo aver parlato del probabile arrivo delle tariffe Genius sui metasearch, oggi analizziamo più a fondo le motivazioni che spingono un albergatore ad unirsi a Booking Genius e le conseguenze a cui va incontro con questa decisione.

 

Quali vantaggi offre Genius

Tra le promesse del programma, due in particolare hanno un forte richiamo per gli albergatori. Si tratta della possibilità di realizzare maggiori vendite in periodi in cui la domanda è bassa e quella di attirare clienti di qualità ai quali non avrebbero altrimenti accesso.
Booking Genius si presenta inoltre come una soluzione di vendita facile e immediata e sembra essere semplice abbandonarlo quando non se ne ha più la necessità.
Generalmente viene raccomandato dagli account manager di Booking.com che sostengono che, scegliendo Genius, molti hotel vedono salire il proprio prezzo medio perché molti dei loro clienti esclusivi prenotano le camere senza sconto.

 

E se queste motivazioni tecniche non dovessero bastare, ci sono poi delle ragioni pratiche per le quali gli albergatori decidono di unirsi e rimangono iscritti al programma senza preoccuparsi più di tanto della sua reale convenienza ed efficacia. Booking Genius è comodo perché il suo funzionamento non necessita di interventi da parte dell’hotel e questo comporta un risparmio di tempo e di energie per il proprietario di una struttura. Non dovrà infatti preoccuparsi di nulla o lanciarsi in analisi particolarmente complicate.

 

Sembra un sogno, quindi cosa chiedere di più?

 

Ecco, la realtà è che se si scava più in profondità, il programma suscita delle perplessità.

 

Il costo elevato

Sebbene lo sconto che viene applicato nella tariffa esclusiva sia solo del 10%, l’albergatore si trova però a sostenere altri costi quali la commissione richiesta da Booking e l’IVA. In questo modo si ritrova a pagare una commissione totale che si aggira intorno al 30%.

 

Riduce i tuoi guadagni

Lo sconto Genius viene infatti applicato anche in alta stagione, momento nel quale tu non ne avresti bisogno perché venderesti comunque quelle camere a prezzo normale. Questo significa che ciò che guadagni grazie a Genius con le vendite in bassa stagione non copre la perdita rappresentata dalla differenza di prezzo fra la tariffa a cui avresti potuto vendere e quella del programma.

 

Gli utenti vengono fidelizzati da Booking a tue spese
I clienti, vista la convenienza, non esiteranno sicuramente a utilizzare la piattaforma anche per i successivi viaggi.

 

Aderire a Genius non è il solo modo per ottenere visibilità e ricevere prenotazioni in bassa stagione

Puoi pensare infatti di gestire le tue tariffe in maniera più dinamica, oppure utilizzare altri canali di distribuzione per incrementare le vendite in determinati periodi.
E, sempre all’interno di Booking.com, quando la domanda è bassa, potresti ricorrere alla commission override che ti permette, dietro pagamento di una commissione più alta (ma senza offrire lo sconto Genius), di salire nel ranking di ricerca della piattaforma.

 

I clienti Genius non sono poi così esclusivi

Trattandosi di assidui viaggiatori, è molto probabile che tu li possa raggiungere anche tramite altre OTA, senza bisogno di aderire al programma, perché, prima di prenotare, loro sicuramente effettueranno altre ricerche in giro per il web. In più, anche se con minore frequenza, comparirai in ogni caso tra i risultati degli utenti Genius.

 

Genius è un programma che non brilla per flessibilità

Non si adatta perfettamente a tutte le tue esigenze. Ne è una prova concreta l’impossibilità di chiudere più di 30 date e di scegliere un intervallo di giorni in cui non applicare lo sconto esclusivo. Per selezionarle, poi, devi tassativamente rivolgerti al tuo account manager. Un processo non proprio immediato.
E se decidi di abbandonarlo (sappi che alla notizia il tuo account manager suderà freddo, il che ti dovrebbe dare da pensare su quanto sia importante), devi attendere un periodo di sei mesi per poterlo riattivare.

 

Potrebbe essere un ostacolo per le tue vendite riservate al segmento corporate

La tariffa Genius viene infatti applicata anche alle aziende. In più, va considerato il fatto che l’account di una società può essere creato da chiunque perché non sono necessarie particolari credenziali. Quindi attenzione!

 

Booking Genius potrebbe attirare nella sua rete anche i tuoi clienti più fedeli

Ragiona, se i tuoi ospiti più affezionati notassero che le tariffe Genius sono più convenienti di quelle che tu riservi loro, cosa potrebbero pensare?

 

Genius fagocita gli altri tuoi canali di distribuzione

Dato lo sconto esclusivo fornito dal programma di Booking.com, le prenotazioni provenienti da altre fonti subiranno sicuramente un calo e a farne le spese in maniera maggiore saranno quelle che giungono dal sito web del tuo hotel o tramite telefono.
Del resto, come ti avevo già accennato nell’altro articolo, competere con un colosso del genere è pressoché inutile se non si attuano delle misure per arginarne la forza.

 

Crea dipendenza

Maggiori saranno le vendite che riceverai grazie al programma, più avrai paura di abbandonare questo canale. Ma ricordati che è importante domandarti se è davvero vantaggioso per il tuo hotel.

 

Quindi, se hai intenzione di entrare a far parte del programma, oppure stai valutando di abbandonarlo, questo è quello che dovresti sapere e considerare.
Tieni però sempre presente che ci sono altri modi e strumenti altrettanto efficaci che ti possono aiutare a raggiungere i tuoi obiettivi di vendita. Il web marketing per hotel esiste per questo!

 

Vuoi ricevere notizie come queste che hai appena letto?

 

 



 

Resta Sempre Aggiornato