• Marketing
  • Social Media

Come trovare l’Influencer giusto per il tuo Hotel

 

Hai letto le istruzioni per l’uso dedicate agli albergatori che vogliono lavorare con l’Influencer Marketing, hai deciso che vuoi provarci anche tu ma non sai da dove cominciare. Te lo spiego in questo articolo!

 

#FollowMe

 

Negli ultimi anni l’Influencer Marketing è stato considerato il metodo di acquisizione clienti online in più rapida crescita.

 

In media, un post condiviso da un influencer produce il 31,8% in più di condivisioni sui social. Quando tre influencer condividono un contenuto, questo raddoppia il numero totale di condivisioni. E cinque influencer lo quadruplicano (studio realizzato da BuzzSumo su oltre 100 milioni di articoli).

 

Come vedi, convincere gli influencer a condividere i tuoi contenuti online può mettere il tuo hotel davanti a migliaia di persone che altrimenti non raggiungeresti. È un modo efficace e all’avanguardia per migliorare il posizionamento sui motori di ricerca e l’esposizione sui social media, nonché la tua esperienza complessiva.

 

Influencer – IL GERGO

INFLUENCER: individui con ampio seguito di follower che hanno la capacità di influenzare i comportamenti di acquisto dei consumatori grazie al loro carisma e alla loro autorevolezza rispetto a determinate tematiche o aree di interesse. Gli Influencer ricevono compensi in denaro o in servizi in cambio della loro azione di promozione.

 

VLOGGER: è un influencer che utilizza il video come mezzo di comunicazione. Vlogger è infatti l’unione delle parole video+blogger. Allo stesso modo in cui il blogger pubblica su di un blog i propri pensieri, le vicende della propria vita o consigli su un certo argomento, così fa il vlogger con i suoi video.

 

MICRO-INFLUENCER: sono gli influencer della porta accanto, quelli che tra amici, parenti e vicini di casa fanno registrare un seguito tra i 3 mila e i 100 mila contatti. A differenza degli Influencer, hanno un maggiore focus sul contenuto in sé e lo condividono all’interno delle proprie cerchie sociali personali e professionali (chat WhatsApp, network di Yammer, ecc.) per farlo leggere. L’interesse guida l’attività di sharing, più della reputazione sociale o di fattori economici.

 

ADVOCATE: un cliente attuale, altamente fedele ad un brand ancor più dei dipendenti dello stesso e che farebbe di tutto – anche pubblicare contenuti a scopo advertorial gratis – pur di difenderlo. Se per gli influencer parliamo di capitale sociale, qua parliamo di capitale emozionale.

 

IDENTIFICARE gli Influencer

#1. Con molta probabilità li troverai su Instagram. La famosa piattaforma di condivisione di immagini, infatti, ospita da sola il 78% di tutti gli influencer (secondo eMarketer) e il 75% di questi ha tra i 18 e 34 anni (sì, Millennials).

 

#2. Cerca gli influencer con lo stesso target di pubblico del tuo hotel. Così i loro post raggiungeranno persone che potrebbero prendere in considerazione di soggiornare presso la tua struttura.

 

#3. Inizia la ricerca dai tuoi Advocates, clienti che ti hanno menzionato di recente sui social media, per vedere se qualcuno di loro ha un seguito da influencer.

 

#4. Fai una ricerca per parole chiave inerenti i viaggi e la tua posizione.

 

#5. Dai un’occhiata alle altre strutture ricettive con cui hanno già collaborato e quali sono stati i numeri di queste partnership.

 

#6. Non sempre il numero di follower rivela tutta la verità. Questo punto è importantissimo, perché una persona inesperta potrebbe cascarci. Su Instagram è possibile acquistare pacchetti di follower falsi oppure utilizzare dei Bot Instagram con il puro scopo di aumentare il numero di like e follower.

 

#7. Osserva e procedi con gli occhi ben aperti.

 

Per questo motivo, una volta trovati alcuni profili interessanti, devi tenere conto di alcuni parametri fondamentali che rivelano molto più di quanto possa fare il semplice numero di follower:

  • Capacità di coinvolgere le persone (engagement)
  • Quanti utenti unici interagiscono davvero sul loro profilo
  • Quantità e qualità dei loro post
  • Numero di menzioni e condivisioni ricevute
  • Parametri semantici: le keyword e il sentiment dei messaggi (su blog, social, pagine web, ecc.) di questi influencer devono essere in linea con quelli dell’hotel
  • Copertura mediatica e incremento del tuo traffico web che gli influencer riescono a generare
  • Crescita in termini di guadagno

 

CONTATTARE gli Influencer

Il modo più semplice per metterti in contatto con gli Influencer è la posta elettronica, ma anche la posta ordinaria è un modo efficace ed inaspettato per attirare la loro attenzione. Se segui qualche influencer su Instagram ti sarà capitato spesso di vedere foto e video in cui questi si mostrano entusiasti mentre aprono qualche pacco che gli è stato recapitato da qualche brand o leggono una lettera o un biglietto originali.

 

In ogni caso, dovrai essere autentico e trasmettere un messaggio chiaro e mirato. Gli influencer si aspettano di essere corteggiati con classe.

 

In questa fase è importante avere ben chiaro anche il compenso che sei disposto ad offrire. Dovresti avere in mente un budget e pensare di offrire loro uno sconto, un servizio o un soggiorno di una notte in un periodo in cui non riusciresti a riempire tutte le camere. Questo compenso deve essere proporzionale al livello di popolarità dell’influencer.

 

In realtà poi non è detto che debba per forza offrire in cambio notti gratis o cene o servizi di altro genere per ottenere un po’ di visibilità. Su Instagram, per esempio, ci sono tanti gestori di profili che promuovono un certo territorio (città, regioni, nazioni), molto abili nella fotografia, con migliaia di follower, che a volte cercano semplicemente degli scorci insoliti e delle prospettive interessanti da cui ammirare quel quartiere o quella città. Spesso lanciano essi stessi degli appelli sulle loro pagine, in cerca di consigli e suggerimenti. Ecco, se la tua struttura ricettiva offre qualche scorcio interessante potresti semplicemente invitarli e mettere loro a disposizione, per qualche ora, gli spazi privati del tuo hotel. Questo è un modo, a costo quasi zero, di farti pubblicità.

 

COINVOLGERE gli Influencer

Come in ogni rapporto di lavoro, è fondamentale definire in anticipo i termini e le condizioni della collaborazione, mettendo nero su bianco alcuni punti essenziali, all’interno di un contratto sottoscritto da entrambe le parti.

 

Ecco alcuni elementi che non devono mai mancare in un contratto hotel-influencer:

  • Data di inizio e fine della collaborazione
  • Numero di post previsti
  • Tempistiche per la pubblicazione
  • In quali canali deve pubblicare
  • Argomenti da trattare
  • Diritti di copyright
  • Termini di pagamento
  • Clausole di indennità
  • Metriche per valutare i risultati della collaborazione (numero di persone raggiunte; interazioni degli utenti; clic al sito web; e così via)
  • Chi detiene i diritti d’autore dei contenuti pubblicati

 

Una volta conquistati, li devi coccolare. Cerca di mantenere vivo il vostro rapporto, ringraziali per il loro lavoro e condividi sulle tue pagine web i loro post.

 

Il caso di Elle Darby e dell’albergatore Paul Stenson

Pochi mesi fa è accaduto che una micro-influencer con più di 88 mila follower solo su Instagram, Elle Darby, propone ad un albergatore di Dublino, Paul Stenson, visibilità sui suoi canali social in cambio di un soggiorno gratis a San Valentino. Ma il gestore non la prende tanto bene e, scandalizzato, posta su Facebook la richiesta, scatenando un vero e proprio caso mediatico.

 

La risposta di Mr. Stenson lascia un po’ perplessi: “chi pagherà le persone che ti prepareranno la colazione?” chiede, lo stesso Mr. Stenson che probabilmente non farebbe la stessa domanda a Facebook quando va a comprare pubblicità per la sua pagina. Punti di vista, o forse solo ancora troppa poca dimestichezza e tanto scetticismo nei confronti degli strumenti del marketing online.

 

Non sto qui a raccontare tutti gli sviluppi della vicenda, ma se qualcuno è curioso di approfondire, digitando su Google “il caso Elle Darby” può trovare decine e decine di articoli che spiegano quanto accaduto. Ho voluto citarlo perché, ancora oggi, l’efficacia del marketing online divide l’opinione pubblica.

 

L’opportunità per i tuoi ospiti di vedere attraverso gli occhi di un narratore, considerato una fonte attendibile, può essere più efficace di qualsiasi altra strategia per ottenere nuovi clienti. Avere un influencer che condivide la propria esperienza in tempo reale offre una visione più intima e aumenta l’entusiasmo su quel soggiorno. La collaborazione con gli influencer aiuta i tuoi potenziali ospiti a sognare un’esperienza nel tuo hotel e, si spera, renderà questi sogni realtà.

 

Vuoi ricevere altre news come questa?

 

 



 

Resta Sempre Aggiornato