• Reputazione
  • Trend e Curiosità

Come attirare più turisti tedeschi e austriaci

 
Quanto sono importanti per il turismo italiano il mercato tedesco e quello austriaco? Come è possibile attirare sempre più turisti tedeschi e austriaci nel Belpaese?
Oggi cerchiamo di trovare risposta a queste domande.
 
Per avere un quadro preciso della situazione, partiamo subito da qualche dato:
 

  • Secondo un’indagine della Banca d’Italia, nel 2017, i tedeschi sono stati i viaggiatori che complessivamente hanno speso di più per le vacanze nel nostro paese, spendendo in media 88€ per notte per soggiorni di 5 notti.
  •  

  • Gli austriaci nella “classifica” sono sesti con una spesa media per notte superiore (103€) ma per una durata media di viaggio di due notti.

Le previsioni Enit (Agenzia Nazionale del Turismo) hanno inoltre confermato la tendenza positiva per quanto riguarda gli arrivi e le prenotazioni di turisti tedeschi e austriaci per l’estate e l’autunno 2018.
 

Preferenze, abitudini di viaggio e curiosità

Il primo passo per conquistare un cliente è sicuramente quello di conoscerne e studiarne i gusti, i comportamenti e le abitudini. Vediamo quindi di raccogliere qualche informazione in più sui viaggiatori che provengono da Germania e Austria.
 
I turisti tedeschi

L’Italia è la seconda destinazione preferita dai viaggiatori tedeschi, preceduta dalla Spagna, che si distingue per prezzi più vantaggiosi.
È interessante tenere presente che nella scelta della propria meta di viaggio, i tedeschi reputano molto importanti alcuni aspetti come il clima favorevole (sono alla costante ricerca di quella che loro chiamano Sonnengarantie, ossia la garanzia di trovare il sole) e la sicurezza di una località turistica. Prediligono le vacanze in città, in cui è possibile fare esperienze culturali e visite turistiche, e al mare, oltre ad apprezzare notevolmente il turismo attivo. In viaggio amano essere coccolati, gradiscono le colazioni abbondanti e la cucina locale.
Uno studio di Expedia Media Solutions sulle abitudini e i comportamenti di viaggio dei tedeschi ha evidenziato che i tedeschi preferiscono i soggiorni in hotel e che per prenotare i loro viaggi (principalmente da computer) si rivolgono alle OTA e, in misura minore, utilizzano i siti web o le app degli hotel.
I social media, specialmente Facebook e Instagram, influiscono sul processo decisionale dei turisti tedeschi più giovani, che però, proprio come i viaggiatori più maturi, prima di scegliere in maniera definitiva leggono anche recensioni e contenuti informativi sulla destinazione di viaggio. A prescindere dall’età, i tedeschi gradiscono pubblicità che contengano informazioni, offerte allettanti e immagini che catturano l’attenzione.
 
I turisti austriaci

Anche per gli austriaci, l’Italia è una delle destinazioni più popolari. Per essere precisi, è la prima, e si trova a competere con la Germania e la Croazia. Quest’ultima è un competitor a cui fare molta attenzione soprattutto per le offerte di vacanze al mare.
Per ciò che riguarda le tipologie di viaggio più amate dai viaggiatori austriaci, le preferenze sono molto simili a quelle dei tedeschi. Amano fare vacanze attive e, soprattutto in estate, scelgono le città d’arte e le località balneari. Sono poi sempre di più gli austriaci che si interessano al turismo enogastronomico, scegliendo come mete soprattutto le regioni del nord e l’Emilia Romagna.
La maggior parte dei loro soggiorni viene pianificata e prenotata online in maniera autonoma, sebbene gli austriaci facciano ancora molto affidamento sulle agenzie di viaggio e i TO. Infine, anche sul tema recensioni, i turisti austriaci non si dimostrano diversi dai tedeschi e le tengono in seria considerazione in fase decisionale.
 

Le recensioni su HolidayCheck

Proprio il tema delle recensioni merita un approfondimento perché per il mercato di lingua tedesca, oltre ai metamotori più popolari, c’è un portale specifico in cui è fondamentale che la tua struttura ricettiva sia presente e goda di un’ottima reputazione. Si tratta di HolidayCheck, uno dei portali di viaggi e vacanze più usato dai tedeschi per pianificare le proprie vacanze.
HolidayCheck è considerato particolarmente autorevole in quanto il processo di convalida delle recensioni è molto rigido e in alcuni casi prevede anche la richiesta di documenti che attestino il soggiorno in struttura. Le sue recensioni vengono addirittura utilizzate da molte OTA e Tour Operator tedeschi.
Come accade per TripAdvisor, anche in questo caso esiste un certificato di eccellenza, l’HolidayCheck Award, un riconoscimento a livello internazionale che viene assegnato sulla base delle valutazione pubblicate sul portale. Per ambire all’HolidayCheck Award occorre soddisfare alcuni criteri minimi come raggiungere almeno le 50 recensioni, un punteggio complessivo di 5 su 6, una percentuale di raccomandazione del 90% e non aver violato il codice di condotta di HolidayCheck.
 

HolidayCheck-Award-Hotel-Baia-Caddinas

L’Hotel Baia Caddinas, a Golfo Aranci, vanta l’HolidayCheck Gold Award perché ha ricevuto l’HolidayCheck Award per 5 anni consecutivi.

 
Ecco qualche consiglio da seguire per vedere aumentare le tue recensioni su HolidayCheck e acquisire maggiore visibilità.
 
In struttura
 

  • Ricorda a tuoi clienti, più volte nell’arco della loro vacanza e non solo durante il check-out, che ti sarebbe davvero utile avere un loro feedback sul soggiorno nella tua struttura e che hanno la possibilità di lasciare la loro opinione su HolidayCheck in qualsiasi momento. Dalla recensione potranno trarre vantaggio loro stessi, perché riceveranno benefit, come punti bonus, e accumuleranno miglia con i partner del portale. Informali di tale opportunità.
  •  

  • HolidayCheck mette a tua disposizione del materiale promozionale gratuito in lingua tedesca che puoi sistemare in vari angoli del tuo hotel. Dall’adesivo da porre all’ingresso, alla locandina da sistemare in reception, fino alle card in formato biglietto da visita da consegnare ai tuoi clienti: saranno degli ottimi reminder.
  •  

  • Per prevenire recensioni negative fai molta attenzione a monitorare di continuo, ma in maniera discreta, la soddisfazione dei tuoi ospiti per tutta la durata del loro soggiorno, porgendo loro domande e cercando di porre immediato rimedio a eventuali problemi.

 
Online
 

  • Inserisci il widget di HolidayCheck sul sito web del tuo hotel
  •  

  • Dopo la loro partenza, invia una email ai tuoi clienti in cui, oltre a ringraziarli per aver trascorso la loro vacanza presso la tua struttura, li inviti a lasciare una recensione sul portale, magari includendo il link diretto alla tua pagina su HolidayCheck e allegando la ricevuta digitale del loro soggiorno in modo che, nel caso servisse, essi possano produrre la documentazione utile per l’approvazione della propria review.

 

Conclusione
A questo punto disponi di tanti dati e tante informazioni da sfruttare a tuo vantaggio.
Conoscendo i comportamenti e abitudini di viaggio dei tuoi ospiti tedeschi e austriaci puoi creare per loro offerte ad hoc, promuoverle sui canali più adatti e nel modo migliore.
Facciamo un esempio molto semplice: se vuoi conquistare i giovani tedeschi saprai che devi intercettarli e ingaggiarli su Instagram e Facebook; e, ancora, sarai consapevole che se vuoi essere davvero competitivo devi studiare delle offerte che non si limitino ad incontrare i gusti di tedeschi e austriaci, ma che siano in grado di sbaragliare la concorrenza degli spagnoli, nel caso ti volessi rivolgere ai viaggiatori provenienti dalla Germania, e dei tedeschi e dei croati in riferimento al mercato austriaco. Del resto il benchmarking è fondamentale anche in campo turistico.
 
Infine, alla luce di quanto abbiamo detto, saprai anche che la tua presenza sul portale HolidayCheck è indispensabile per essere considerato affidabile e conoscerai anche i trucchi per indurre i tuoi ospiti di lingua tedesca a parlare di te e della tua struttura ricettiva sull’autorevole portale di viaggi e recensioni.
 
Continua a seguirci perché nelle prossime settimane approfondiremo la conoscenza di altri interessanti mercati turistici.
 

Vuoi ricevere altre news come questa?

 

 
 
 
 
Image Credits: BeYonder.it



 

Resta Sempre Aggiornato