• Infografiche
  • Trend e Curiosità

Turismo Bleisure – un trend da conoscere e valorizzare

Tempo di lettura: 4 minuti

 
Il 2017 si presenta fin da subito come un anno di grandi novità nel mondo del marketing e della comunicazione: a Milano crescono le palme e a San Remo vince, addirittura, una canzone allegra.
Per quanto riguarda il turismo, tra le tante, ho scelto di raccontarti di una nuova tendenza che sta prendendo sempre più piede nel nostro paese e che permette a te, albergatore, di fare delle opportune valutazioni per accrescere, differenziare e plasmare la tua offerta.

 
Parlo del Bleisure, termine che nasce dalla coppia di fatto Business e P-Leisure, una comunione di intenti di chi viaggia per lavoro e di chi lo fa per piacere e svago.
A presentare questa nuova esigenza è il Travel Weekly 2016 Consumer Trends che ha intercettato numerosi viaggiatori d’affari che hanno espresso questa nuova e legittima esigenza: accostare alla trasferta di lavoro la possibilità di godere del piacere del viaggio e della vacanza.

 
Le esigenze del Bleisure Traveller sono:
 

  • trascorrere più tempo con la famiglia: potere dunque portare con se la compagna, la moglie, i figli o altri elementi parentali con cui sente la necessità di trascorrere un po’ di tempo in più (è consigliato lasciare a casa la suocera);
  • poter ritagliare un momento di relax personale: spesso una vita lavorativa frenetica lascia poco spazio alla cura di sè, quindi perché non ricercare un soggiorno che sia comodo per l’impegno di lavoro ma che dia la possibilità di fare un trattamento benessere, un bagno turco, un massaggio thailanedese, una manicure, una pedicure o qualsivoglia piccolo gesto rivolto a dare il relax che meritiamo a fine giornata;
  • avere un po’ di tempo per coltivare interessi e passioni: approfittare del viaggio di lavoro per visitare un museo, una mostra, una famosa cantina di vini presente nella zona o fare palestra. Insomma sperando che la passione del tuo potenziale cliente non sia esattamente il lancio con il giavellotto è possibile ipotizzare un’offerta pensata per lui.
  •  
    Ciò che il mercato richiede a te, caro albergatore, è di far si che il tuo ospite possa unire l’utile al dilettevole.

    Vediamo qualche dato in Infografica:

     

    Infografica Mercato Bleasure

     

    Ciò che emerge è un attenzione sempre maggiore alle esigenze del cliente.
    Abbiamo già visto, tra l’altro, come può risultare proficuo, in generale, il suo coinvolgimento, prima, durante e dopo la vacanza.
    L’offerta nel mercato Alberghiero si è sempre concentrata sul Leisure o sul Business, incidendo spesso sulla tipologia di servizi disponibili, sulla gestione di spazi, di offerte, di convenzioni, promozioni e di audit a cui rivolgersi.

     
    Sorge in tal senso un amletica questione: nella scelta finale dell’ ibrido viaggiatore prevarrà l’aspetto Business o quello Leisure?
    Dipende da molti fattori e i dati alla mano non sono ancora così consistenti da tracciare una direzione precisa,  sta di fatto che si possono distinguere due tipologie di viaggio, ognuna delle quali ha di per se una priorità nel target di mercato su cui fare leva.

     
    1) Il viaggio di lavoro in senso in stretto: il viaggio previsto dall’azienda per concludere un’affare, per portare avanti una trattativa, per partecipare ad un meeting o ad una fiera. In tal caso è ipotizzabile che possa fare la differenza una propensione maggiore all’aspetto del business legato al viaggio;

     
    2)Il viaggio di lavoro in senso lato: di coloro che affrontano un viaggio di piacere dove, però, possono accrescere le proprie competenze lavorative, puntando su determinati percorsi formativi ed esperienze. In questa situazione, è lecito supporre, prevarrà l’aspetto legato al Leisure.

     
    Un aspetto da tenere in forte considerazione, inerente questa nuova e piacevole piega del turismo, è che questi nuovi ed esigenti viaggiatori hanno più soldi da spendere negli extra del tuo Hotel perché hanno gran parte del viaggio pagato dall’azienda per la quale lavorano.
    Tieni presente, infatti, che i Business Traveller spendono mediamente di più di chi affronta un viaggio di piacere, si parla di 1.556 dollari pagati dai Business man contro i 1.332 pagati dai “comuni” turisti.
    Ti starai chiedendo come gestire questa strana figura, questo agglomerato di dovere e piacere, in realtà con la giusta e preventiva interazione con il cliente è possibile individuarne le esigenze e, di conseguenza, standardizzare un certo numero di proposte efficienti e di qualità che accontentino questa nuova fetta di mercato.
    Convenzioni, promozioni, transfer, pacchetti e offerte andranno ripensate in tal senso.

     
    Il Bleisure è un mercato in divenire e dati e statistiche risultano in continuo aggiornamento; tu, intanto, tieniti pronto ad accogliere questa nuova opportunità. Innova, differenzia e sii sensibile a questa nuova fetta di mercato.

     
    Anche AirBnB, di cui abbiamo parlato anche da poco, pare stia spostando la sua attenzione sul nuovo scenario del Bleisure. Il noto portale, nella sua area dedicata al business, recita:

     

    “Viaggia per lavoro, sentiti a casa” Sentiti a tuo agio quando sei in viaggio.

     

    L’immagine accostata è familiare, calda, esattamente come dovrebbe apparire un soggiorno dedicato al lavoro ma non solo.

     
    Chiudo con una piccola curiosità che amplia decisamente la portata del discorso ma da cui si può sempre trarre ispirazione: Forbes ha stilato una classifica di quelle che sono le mete più in linea con questa tendenza, individuando 20 località in cui è più piacevole vivere esperienze lavorative. In cima alla classifica c’è la Svezia che si presenta come il posto migliore per portare avanti gli affari a cospetto di un sistema welfare funzionale e di qualità, seguono nel podio la Nuova Zelanda e Hong Kong.
    Menzionate tra le città più Bleisure, invece, pare ci siano Londra, Milano e Tokyo.
    Chissà come gestiscono gli hotel dislocati in queste affascinanti mete il nuovo cliente in giacca e ciabatta!

     
    Se vuoi un consiglio su come apparire e lavorare al meglio su tutti i mercati in cui il turismo si affaccia, contattaci.

     

    Vuoi ricevere contenuti come questi che hai appena letto?

     

     



     

    Resta Sempre Aggiornato