• Tecnologia
  • Marketing
  • Social Media

Hotel Web Marketing: 14 trend da non perdere

Trend o tendenze, chiamiamole come vogliamo ma queste sono quelle paroline magiche che attivano la nostra curiosità non appena le individuiamo. La nostra curiosità o, almeno, quella di chi vuole davvero stare al passo coi tempi e tenersi aggiornato in qualsiasi ambito. E quando si tratta di web marketing per hotel non si può mai stare rilassati perché sappiamo bene – lo viviamo ogni giorno, lo constatiamo, lo studiamo – che questo è un settore in continua crescita ed evoluzione.
La crescita del marketing online non accenna ad arrestarsi e per sfruttarne appieno tutte le potenzialità è necessario aggiornarsi costantemente non solo su ciò che è nuovo ma anche su ciò che cambia, che si tratti di tecnologie, strumenti o trend di mercato appunto. Non perdiamo tempo quindi e vediamo insieme tutto quello che dobbiamo assolutamente sapere sulle tendenze del 2016 per l’hotel marketing.

 

Se vogliamo distinguerci dai nostri competitor non possiamo non tener conto di questi fattori che, oggi, determinano la rapidissima evoluzione nel Turismo Online.

 

1. Dominio del mobile

La navigazione da dispositivi mobili come smartphone e tablet è in costante crescita e la percentuale di prenotazioni da mobile è quasi raddoppiata passando dal 12% del 2014 al 23% del 2015. Gli esperti prevedono che entro il 2017 più del 30% delle prenotazioni online sarà effettuato tramite dispositivi portatili. Non facciamoci trovare impreparati e assicuriamoci che il nostro sito sia davvero mobile-friendly.

 

2. I contenuti sono la nuova SEO

Negli ultimi anni Google ha costantemente modificato e affinato il suo algoritmo in modo da riconoscere e premiare i siti con contenuti di qualità, originali e autorevoli, posizionandoli in cima ai risultati di ricerca organica. I nostri potenziali clienti cercano questo, ottimi contenuti che vadano al di là delle classiche “informazioni sull’hotel”. Dobbiamo raccontare dettagli, storie originali ed emozionanti che diano ai visitatori l’idea dell’esperienza che potranno vivere prenotando una stanza nel nostro hotel. Aiutiamo i nostri viaggiatori a immaginare esattamente ciò che li aspetta. Via libera alla creatività! Per noi è una caratteristica imprescindibile dei nostri siti web per hotel.

 

3. Marketing relazionale

Creare relazioni stabili e durature con i nostri clienti, questo è quello che dobbiamo assolutamente impegnarci a fare se vogliamo essere competitivi sul mercato. Elementi del marketing personale, l’apprendimento automatico (o “learning machine”), il marketing programmatico e il customer match di Google Adwords ci aiuteranno a relazionarci con i nostri ospiti in questo 2016. Dobbiamo fare in modo di attirare l’attenzione dei nostri ospiti offrendo loro qualcosa che li faccia sentire importanti e li spinga a sceglierci subito e, successivamente, che li spinga a sceglierci ancora. Fidelizzazione è la parola d’ordine. Per questi motivi è fondamentale gestire il rapporto con i clienti con sistemi CRM (Customer Relationship Management) avanzati, in grado di personalizzare l’esperienza cliente fin dal primo momento. Se volete un esempio di cosa intendiamo, provate il nostro sistema CRM MyGuestCare, è gratis e risponde esattamente a queste necessità.

 

4. La crescita degli Ad Blocker

Secondo una ricerca della GroupM Italia sono attualmente il 27% gli italiani online ad aver installato un filtro bloccante per la pubblicità online. Alla base della scelta c’è per lo più una cattiva ottimizzazione della pianificazione, con annunci ritenuti invasivi o poco rilevanti. A livello globale il fenomeno è cresciuto del 41% negli ultimi 12 mesi e ci si aspetta che questo si traduca in un costo per l’industria di 41.000 milioni di dollari (vale a dire circa 37.700 milioni di euro) in tutto il mondo nel 2016. La domanda che ci poniamo è quindi se questo possa avere effetti negativi sul traffico generato verso il sito del nostro hotel. Wordstream illustra nel dettaglio quali sono gli effetti negativi e positivi della crescita di Ad Blocker. Quello che possiamo fare è certamente iniziare a pensare anche ad altri metodi in grado di spingere gli utenti nel nostro sito.

 

5. Video Marketing per Hotel

I video sono diventati negli ultimi anni uno strumento di promozione largamente diffuso e apprezzato e racchiudono in sé tutte le caratteristiche per migliorare la brand awareness, l’autorevolezza del marchio, del nostro Hotel. Sempre più spesso vediamo infatti video promozionali su canali quali Facebook e Instagram e non più solo nei siti ufficiali degli Hotel o su Youtube. Esistono molti buoni motivi che dovrebbero spingerci a realizzare subito un video per il nostro Hotel e tra questi ricordiamo il fatto che il video rappresenta uno strumento in grado di catturare immediatamente l’attenzione dell’utente, descrivere in maniera realistica la nostra struttura e aiutare nel posizionamento sui motori di ricerca. E la vostra struttura ricettiva, ad esempio, ha già un canale YouTube? Questo è il momento giusto per mettersi al passo coi tempi.

 

6. Cresce l’utilizzo dei buy button sui Social

Nonostante i pulsanti di acquisto non abbiano ancora un grande successo sui social network quali Facebook, Instagram o Pinterest, secondo Boston Retail Partners, i profitti derivanti direttamente dall’e-commerce via social media potrebbero aumentare del 34% entro la fine del 2017. I social media stanno infatti diventando sempre più dei canali commerciali e non sono più solo piattaforme per le relazioni. Michael Yamartino – Head of Commerce di Pinterest – afferma che per gli utenti sarà solo questione di tempo affinché si abituino all’utilizzo di questi nuovi metodi di acquisto online.

 

7. Posizionamento – Essere nel posto giusto al momento giusto

Per tutte le strutture ricettive è importantissimo avere una forte presenza online. Dobbiamo essere presenti in tutti i canali frequentati dai nostri clienti e potenziali tali, in modo da attirare la loro attenzione e attrarli sul nostro sito web. È quindi di vitale importanza rafforzare la nostra strategia in questo senso. Se non siete sicuri che la vostra struttura sia ben posizionata all’interno del Web, potete analizzare subito il vostro sito, il suo posizionamento e la vostra reputazione online attraverso questo checkup gratuito.

 

 

8. Nuovi metodi di pagamento online

Presto Google ci permetterà di ordinare ad un fast food semplicemente sorridendo al cassiere.
Con questa affermazione si vuole certamente mettere in evidenza il fatto che la tecnologia dei metodi di pagamento online sia in rapida evoluzione. Stanno prendendo sempre più piede i pagamenti attraverso i dispositivi mobili e aziende come Stripe stanno iniziando a cambiare il mercato in questo senso. Nel corso dei prossimi mesi, per esempio, vedremo aumentare i pagamenti con le impronte digitali, un sistema rivolto in particolare ai turisti che consente di fare acquisti e pagare usando le impronte digitali, senza quindi dover utilizzare per forza contanti o carte di credito. Insomma, come per tutte le tecnologie, l’innovazione è inevitabile. Adottando ora alcune di queste nuove funzionalità potremo stare al passo con le tendenze dei consumatori e sfruttare appieno i vantaggi che ne derivano per la nostra struttura ricettiva.

 

9. Marketing e Metasearch (TripAdvisor, Trivago…)

Gli Hotel Meta Search, o travel meta search, o per dirla in italiano metamotori per i viaggi, stanno costantemente incrementando la loro quota di mercato nell’industria degli hotel. Trivago, Kayak, Google Hotel Finder, Expedia, Tripadvisor sono tutti meta search, tutti potenti strumenti di Hotel Web Marketing. I metamotori turistici rappresentano una importante opportunità per la promozione delle nostre strutture ricettive al punto da doverli integrare nella strategia di Web Marketing del nostro Hotel, al pari degli altri canali di promozione. Attenzione però! Prima di investire tempo e risorse sui metasearch dobbiamo assicurarci che il nostro booking engine o CRS sia a posto, che il nostro sia un sito web responsive e che i nostri contenuti siano emozionali e, soprattutto, ottimizzati in ottica SEO per Hotel e Strutture Ricettive. Se anche solo uno di questi elementi presenta lacune, impegnamoci per sistemare le cose. Iniziamo subito con un check up della nostra struttura per conoscere nel dettaglio se siamo pronti a reggere la sfida oppure se occorre qualche intervento.

 

10. Email dal contenuto dinamico

Personalizziamo le nostre email. Quando facciamo Email Marketing per il nostro Hotel sappiamo quanto sia importante offrire un contenuto su misura, personalizzato, per i nostri clienti e potenziali tali. Stesso identico ragionamento per quanto riguarda l’invio di preventivi o la risposta alle richieste di contatto tramite il sito web oppure i social media: personalizziamo. Creando contenuti personalizzati siamo infatti in grado di elevare il tasso di conversione del 12% (Edwin Choi, 2015). Estrema attenzione quindi ai contenuti dinamici, che cambiano cioè in base al segmento di utenza al quale ci rivolgiamo. Iniziamo subito a segmentare la lista dei nostri utenti pensando a contenuti rilevanti per ciascun segmento di clientela. MyGuestCare, il nostro sistema integrato per il booking di Hotel e Strutture Ricettive, risponde a queste esigenze, provatelo voi stessi.

 

 

11. Instagram sarà il nuovo canale e-commerce per gli Hotel

Instagram, con i suoi 400 milioni di utenti attivi, si rivela un ottimo canale per promuovere il nostro Hotel. Dal momento in cui le immagini fanno da protagoniste, è certamente lo strumento ideale per raccontare storie ai nostri ospiti, storie del nostro Hotel, di quello che accade nella cucina del ristorante o alla Reception. Avete già pensato a come utilizzarlo? Noi abbiamo qualche suggerimento, ve ne parleremo nei prossimi articoli del nostro Blog!

 

12. User Generated Content

I contenuti generati dagli utenti e pubblicati sul nostro sito o sul nostro blog devono far parte della nostra strategia di marketing per hotel. Questi contribuiscono pesantemente a generare la nostra reputazione online, che è al giorno d’oggi la chiave del successo per tutte le tipologie di Struttura Ricettiva. Oggi più che mai esistono tool che ci permettono di sfruttare al meglio gli UGC in modo da trarne il massimo profitto. Cerchiamo quindi di rispondere alle recensioni che i nostri ospiti ci lasciano, positive o negative, lanciare vari contest su Twitter e Instagram e fare in modo che venga innescato un vero e proprio percorso di condivisione tra i nostri clienti e utenti. Date un’occhiata ai dati sullo User Generated Content per il Turismo.

 

13. Ottimizziamo le landing page del sito

Le landing page sono uno strumento estremamente efficace per ottenere veramente il massimo dal sito web del nostro Hotel. Il loro obiettivo è infatti quello di aumentare il tasso di conversione della nostra struttura e attrarre così un maggior numero di clienti. Solitamente impegniamo moltissime risorse nella nostra pubblicità, nei social media o in altre campagne di marketing dei contenuti, ma siamo del tutto inefficienti per quel che riguarda le landing page. Teniamo bene a mente il fatto che possiamo utilizzare una landing page a qualsiasi scopo: promuovere un’offerta speciale; vendere un trattamento termale; spingere gli utenti a iscriversi alla nostra newsletter; offrire un buono sconto e tanto altro. Ricordiamoci però che anche le landing page, affinchè possano raggiungere il loro obiettivo, devono seguire delle regole ben precise. Se volete aumentare subito il vostro tasso di conversione noi vi possiamo aiutare a creare la landing page più adatta. Mettiti in contatto con noi!

 

14. Booking Online e Remarketing

Il Remarketing è la strategia che vi permette di intercettare nuovamente gli utenti che hanno espresso interesse reale nei confronti del vostro Hotel, grazie alle interazioni con il sito web o con i social media. Utilizzare il Remarketing come parte della strategia di marketing digitale per hotel vi regala una seconda chance per coinvolgere e monetizzare l’interesse espresso dagli utenti nei confronti della vostra struttura ricettiva. Semplicemente irrinunciabile.

 

La lista delle 14 linee guida per avere un efficace strategia di marketing per hotel è così conclusa. Certamente ci sarebbero altri elementi da evidenziare, ma per il momento suggeriamo di cominciare da questi. Se avete dei suggerimenti, non esitate a scriverci!

 

E voi? Siete abbastanza competitivi per affrontare queste sfide del mercato? Scopriamolo insieme

 

 

Articolo tratto da: HospitalityNet



 

Resta Sempre Aggiornato