• Marketing
  • Social Media

Creare contenuti per i viaggiatori

 

Se vuoi aumentare la riconoscibilità del tuo marchio, indirizzare il traffico al tuo sito web e convertire i visitatori online in ospiti fidelizzati, devi essere disposto a investire nei contenuti.

 

Nel 2018, investire nei contenuti non significa solo creare un blog e aggiornare le pagine dei vari social media. Per differenziarti dalla concorrenza e raggiungere il tuo target, devi fare di più. Internet non è mai stato più saturo di così e i consumatori online vengono sommersi ogni giorno da articoli, post e contenuti social organici e a pagamento di aziende come la tua.

 

Al giorno d’oggi, se vuoi incrementare il tuo ROI e differenziarti, devi essere disposto a creare contenuti anch’essi differenziati e utilizzare un approccio multisensoriale. Intendo dire che non basta pubblicare l’articolo sul blog, ma devi creare diversi tipi di contenuti utili e coinvolgenti che aiutino le persone a capire cosa rende la tua struttura ricettiva unica e degna di essere visitata.

 

La domanda è “da dove inizio?”. Inizia da qui.

 

Ti presento 4 tipi di contenuti che dovresti creare per sviluppare e consolidare relazioni più forti con i tuoi ospiti passati, presenti e futuri.

 

#1. Email ricche di contenuti. Di quelli utili.

Creare e gestire un blog legato alla tua attività non ha la stessa efficacia di dieci, cinque o anche solo due anni fa. Le strategie di content che funzionavano bene in passato non sono oggi così rilevanti o efficaci.

 

I consumatori online sono ben abituati al tipo di contenuto che la maggior parte delle aziende pubblica sui propri blog. Man mano che gli algoritmi cambiano e la promozione a pagamento diventa più costosa sui social media come Facebook, devi lavorare più duramente che mai perché i tuoi contenuti raggiungano le persone giuste.

 

È qui che entrano in gioco le e-mail, quelle ricche di contenuti utili.

 

Storicamente molte aziende, soprattutto quelle del settore travel, hanno utilizzato l’email come canale principale di promozione della propria attività. Con l’invio di promozioni, offerte, pacchetti e qualsiasi altra cosa spingevano le persone a fare clic e convertire.

 

Oggi gli imprenditori stanno diventando molto più creativi e premurosi con la posta elettronica. Non utilizzano semplicemente l’email come canale per promuovere se stessi, ma anche come canale che può essere utilizzato per condividere contenuti ricchi, utili, interessanti e originali e, soprattutto, differenziati. L’obiettivo? Costruire un rapporto di fiducia e coltivare le relazioni nel tempo con i loro contatti.

 

L’efficacia della posta elettronica rispetto ad altri canali è ormai un dato di fatto.

 

“È 6 volte più probabile ottenere un clic da una campagna email piuttosto che da un tweet.”

Campaign Monitor

 

“L’email è 40 volte più efficace per acquisire nuovi clienti rispetto a Facebook o Twitter.”

McKinsey

 

“Un messaggio è 5 volte più probabile che venga visualizzato nelle email che su Facebook.”

Radicati

 

“Il 90% delle email è recapitato nella casella di posta in arrivo del destinatario previsto, mentre solo il 2% dei tuoi fan di Facebook visualizza i tuoi post nel loro feed di notizie.”

Forrester Research

 

In qualità di albergatore hai oggi l’opportunità di fare molto di più con le email rispetto a quanto hai fatto in passato. Quindi, vuoi testare davvero la loro efficacia?

 

Ecco il tuo compito a casa:

Parti dalla LISTA DI IDEE qua sotto per creare un post relativo al tuo hotel. Una volta creato, pubblicalo sul tuo blog e sulle tue pagine social. Dopo di che prepara una bella email che invierai direttamente a quelle persone che sai che apprezzeranno: quelle che già conosci o che hanno manifestato in passato interesse per la tua struttura ricettiva e i tuoi contenuti. Questo sarà per loro un contenuto utile e interessante.

 

LISTA DI IDEE

Idee che puoi utilizzare per aiutare i lettori a saperne di più sulla tua proprietà:

Idea #1. Condividi la storia della tua struttura ricettiva. Aiuta le persone a capire perché il tuo hotel esiste e cosa lo rende speciale.
Idea #2. Condividi foto o racconti della tua proprietà in costruzione. Puoi anche mostrare i progressi fatti dopo eventuali ristrutturazioni.
Idea #3. Condividi un elenco di cose che gli ospiti devono fare o provare assolutamente mentre soggiornano nel tuo hotel.

 

Idee che puoi utilizzare per aiutare i lettori a saperne di più sulla destinazione geografica:

Idea #4. Condividi consigli su ristoranti “non turistici”, bar, negozi e zone della città che i viaggiatori possono visitare durante il loro soggiorno.
Idea #5. Condividi un post sul miglior cibo che i viaggiatori possono trovare in zona. Segmenta l’elenco in base al tipo di cibo, al costo, alla distanza dalla proprietà, ecc.
Idea #6. Condividi il calendario degli eventi e festival locali che i tuoi ospiti potranno trovare durante il loro soggiorno.

 

Idee che puoi utilizzare per aiutare i lettori a saperne di più sul viaggio in generale:

Idea #7. Condividi suggerimenti su come viaggiare in tutto il paese in auto con bambini piccoli o con animali domestici.
Idea #8. Condividi playlist musicali che le persone potranno ascoltare mentre viaggiano verso il tuo hotel.
Idea #9. Condividi suggerimenti su come gli ospiti possono spostarsi dalla tua proprietà per raggiungere destinazioni e attrazioni popolari nella zona circostante.

 

Idee che puoi utilizzare per aiutare i tuoi lettori a saperne di più sui tuoi ospiti:

Idea #10. Condividi esperienze di gite giornaliere che i tuoi ospiti hanno intrapreso mentre soggiornavano nel tuo hotel.
Idea #11. Condividi i risultati di un sondaggio che invii agli ospiti ogni anno. Nel tuo sondaggio, fai ai vecchi ospiti varie domande sul loro viaggio, sulla loro esperienza presso la tua proprietà, su ciò che hanno fatto mentre erano nella zona, su ciò che avrebbero voluto fare ma non hanno avuto il tempo, e qualsiasi altro feedback che potrebbe essere utile per i tuoi futuri ospiti.
Idea #12. Condividi i video che gli ospiti hanno girato nella tua struttura ricettiva o nella zona circostante.

 

Idee che puoi utilizzare per condividere contenuti di alta qualità sulla tua proprietà e sulla zona circostante:

Idea #13. Condividi foto di alta qualità, video professionali e filmati registrati da un drone, che rappresentano il tuo albergo e le zone circostanti.
Idea #14. Condividi le foto e i video che gli ospiti ti hanno concesso di usare.
Idea #15. Condividi infografiche che riguardano viaggi e vacanze.

 

Idee che puoi usare per promuovere varie campagne di marketing legate alla tua attività:

Idea #16. Condividi offerte speciali a tempo limitato che vuoi che il tuo pubblico veda.
Idea #17. Condividi il materiale narrativo relativo ai tuoi ospiti, ai tuoi dipendenti e alla tua proprietà che hai in mente di inserire in campagne di marketing più grandi.
Idea #18. Condividi i nuovi pacchetti promozionali che hai creato per ottenere più prenotazioni.

 

#2. Vai in diretta su Facebook.

Per fare in modo che il tempo trascorso dagli utenti su Facebook sia ben speso, il big dei social sta apportando modifiche all’algoritmo per garantire ai suoi utenti una maggiore interazione solo con quelle persone e quei contenuti che hanno più a cuore. Per fare ciò, l’algoritmo darà priorità, per esempio, al post di un amico in cerca di consigli su un viaggio o ai post che ricevono molti commenti.

 

Come risultato di questi cambiamenti, le aziende devono lavorare più duramente che mai per creare contenuti su Facebook con cui le persone vogliano realmente interagire.

 

Un tipo di contenuto che ha funzionato bene per molte aziende e Influencer nel 2018 è la diretta video. Quella su Facebook si chiama Facebook Live – altro non è che un post con video trasmesso in tempo reale, che viene mostrato nella sezione Notizie del social network (oltre che, chiaramente, sul profilo o sulla pagina di chi trasmette).

 

Il tuo hotel è mai andato in diretta su Facebook? Non pensare sia una cosa da Millenial o Generazione Z. “Le dirette Facebook delle pagine verificate sono aumentate del 50% nell’ultimo anno”. I loro sforzi sembrano dare i loro frutti perché “quasi 2 miliardi di persone hanno guardato le dirette su Facebook”. (Fonte)

 

Quindi, se negli ultimi mesi hai visto un calo costante nel coinvolgimento sulla tua pagina Facebook, potrebbe valere la pena di provare Facebook Live. Ti chiedi da dove cominciare?

 

Ecco il tuo compito a casa:

Vai su Facebook – clicca sul riquadro con su scritto A cosa stai pensando? e clicca sulla voce Trasmetti in diretta. Ora sei su Facebook Live. Puoi divertirti ad inquadrare semplicemente ciò che desideri trasmettere, parlare e commentare quello che vedi o quello che vuoi comunicare a chi ti sta guardando e puoi aggiungere effetti speciali al tuo filmato o fare disegni live. Fai un live Q&A sul tuo hotel con i tuoi follower. Per garantire coinvolgimento e partecipazione, promuovi la tua diretta Facebook nelle settimane che la precedono. Incoraggia i tuoi follower a inviarti domande in anticipo e chiedi loro se ci sono parti della tua struttura ricettiva che vorrebbero vedere durante il live. Se poi vuoi davvero fare un passo in più, metti in palio un omaggio esclusivo durante il tuo Live di Facebook, questo aumenterà di parecchio il coinvolgimento dei follower.

 

#3. Fotografie educative e GIF originali.

Perché le immagini sono così potenti?

 

Considera questi fatti:

  • L’utente medio viene distratto in 8 secondi, anche se per alcune persone sono sufficienti appena 2,8 secondi (Fonte)
  • Le persone si fanno una prima impressione in soli 50 millisecondi (Fonte)
  • Le immagini vengono elaborate nel cervello 60.000 volte più velocemente rispetto al testo (Fonte)
  • Quando ascoltiamo le informazioni, è probabile che tre giorni dopo ricordiamo solo il 10% di tali informazioni. Tuttavia, se al testo è associata un’immagine pertinente, dopo tre giorni conserviamo il 65% delle informazioni (Fonte).

 

I contenuti visivi possono aiutarti a entrare in contatto con i tuoi potenziali ospiti in un modo che i soli contenuti testuali non consentono.

 

In qualità di albergatore, dovresti creare e utilizzare elementi visivi per interagire con il tuo pubblico target e differenziarti dalla concorrenza. Ma ecco il punto: la semplice condivisione delle foto del tuo hotel non è sufficiente per farti notare dalla gente – per far sì che le persone prestino davvero attenzione e vogliano interagire con te, devi concentrarti meno su di te e sui tuoi bisogni e molto più su di loro e i loro bisogni.

 

È qui che entrano in gioco le foto didattiche e le GIF originali. Entrambi i tipi di immagini ti consentono di condividere contenuti di valore, informativi o di intrattenimento in un modo che sia facilmente “digeribile” e memorabile per le persone.

 

Ecco tre esempi di fotografia didattica o GIF che potresti utilizzare per la tua attività:

  • Una foto o una GIF che combina elementi visivi e testo per aiutare le persone a capire meglio che cosa dovrebbero fare quando si preparano per il viaggio.
  • Una foto o GIF che specifica quali ingredienti vengono utilizzati per preparare il cocktail di benvenuto speciale che offri agli ospiti al loro arrivo.
  • Una foto o GIF che elenca 5 attrazioni da visitare nella tua zona.

 

Per creare un’immagine che combini fotografia e testo, usa Photoshop o un tool gratuito come Canva. Per creare GIF potresti usare Giphy. Sei pronto a iniziare a realizzare effetti visivi originali e accattivanti per i tuoi futuri ospiti?

 

Ecco il tuo compito a casa:

Immagina di ricevere una chiamata da un potenziale cliente che ti dice di voler viaggiare solo con un piccolo bagaglio a mano e ti chiede a quali articoli dare priorità. Vuole portare con sé l’essenziale, ma vuole anche essere preparato e portare la roba più adatta. Come risponderesti? Incorporare la tua risposta in un contenuto visivo (utilizza un elenco testuale accompagnato dalle foto degli articoli che consiglieresti di mettere in valigia). Infine, condividi questo originale contenuto con i tuoi follower.

 

#4. Content Hub

Nel 2016, il SEO influencer Rand Fishkin ha coniato il termine “contenuto 10x” per descrivere e classificare i contenuti che vanno ben oltre il post standard di un blog. Il contenuto 10x si riferisce allo sforzo intenzionale di creare un contenuto o una risorsa dieci volte migliore di qualsiasi altra disponibile su Internet. Rand sostiene che Internet è completamente saturo di contenuti “abbastanza buoni” e che per distinguersi è necessario creare qualcosa di veramente eccezionale per il proprio pubblico.

 

Un tipo di contenuto 10x che molte aziende stanno creando oggi è quello conosciuto come content hub. Un content hub è essenzialmente una pagina di destinazione che combina testo, foto, video, GIF, animazioni, disegni, collegamenti e altri tipi di media in un’unica risorsa che i lettori possono visitare quando vogliono saperne di più su un argomento specifico.

 

Creare un content hub può essere un’ottima idea per dare una marcia in più alla tua strategia di web marketing.

 

Ecco alcuni buoni motivi per creare un content hub:

  • Ti permette di instaurare una relazione duratura con il tuo pubblico
  • Risponde esattamente alle domande delle persone che ti seguono online
  • Ti permette di trattare argomenti che sai che interessano al tuo pubblico e che magari non trovano spazio in altre sezioni del sito
  • È efficace in termini di SEO
  • Parlare di un argomento specifico ti permette di creare una relazione di fiducia con i viaggiatori e tuoi potenziali clienti

 

Vuoi scoprire come un content hub può influire positivamente sul traffico del tuo sito web, sulla generazione di lead e sulle prenotazioni online?

 

Ecco il tuo compito a casa:

Pensa a un argomento che vorresti far diventare un “contenuto 10x” sul tuo sito web. Fai un brainstorming sugli argomenti che sai essere di interesse per il tuo pubblico target, e fai una ricerca su internet per individuare le parole chiave giuste. Crea una struttura per il tuo content hub e inizia a pensare a quali tipi di contenuti multimediali vuoi utilizzare. Un esempio di content hub potrebbe essere qualcosa del tipo: “Tutto ciò che potreste mai desiderare di sapere se viaggiate in Sardegna”. In questo esempio, è possibile includere foto, mappe, elenchi di attrazioni, paragrafi che descrivono determinati luoghi o punti di interesse, video, link ad altre gallerie fotografiche e articoli di altri blog, e forse anche alcune qualche illustrazione originale.

 

Ora tocca a te! Quali altri tipi di contenuti hai creato ultimamente? Condividi le tue idee e le tue esperienze con noi e gli altri lettori.

 

Vuoi ricevere altre news sul mondo del turismo?

 

 

Ispirato al blog: business.resortsandlodges.com/blog/



 

Resta Sempre Aggiornato