• Marketing

Web Marketing Turistico: fai un salto di qualità

Tempo di lettura… breve ma intenso
La primavera comincia a fare capolino lo si evince dai verdi prati, dai rigogliosi fiori, dai profumi, dalle prime gote arrossate, dai Polase e dagli anti-staminici. Per non parlare delle escursioni termiche stile Sudan che ci vendono arrivare a lavoro in parka e fare pausa pranzo in sudate maniche di camicia.
E con la primavera, caro albergatore è giunto il tuo momento, ora tocca a te, apri i battenti della struttura per accogliere i numerosi clienti in attesa di riposo.
Ora non c’è più tempo da perdere devi farti pubblicità, promozione, entrare a far parte dei più capillari passaparola del settore.
Al di là degli strumenti ordinari di web marketing turistico utilizzati per arrivare al grande pubblico, oggi ti voglio raccontare di come puoi promuovere la tua struttura in maniera originale e innovativa, utilizzando il così detto marketing non convenzionale.
Per marketing non convenzionale si intende quel segmento del marketing che tramite nuove tecniche di comunicazione punta al maggior coinvolgimento del pubblico a cui è destinato.
I tuoi potenziali clienti sono ormai saturi e abituati alle normali forme di promozione e, ahimè, passano praticamente indifferenti davanti al cartello che hai profumatamente pagato per essere affisso in tangenziale.
Per coinvolgere il pubblico in maniera incisiva la cosa migliore che puoi fare è quella di toccarlo sul piano emotivo: commozione, risata, nostalgia, stupore o sgomento. Scegli tu qual è lo stato d’animo che preferisci suscitare e pensa a come ottenerlo.
Nel Turismo più che mai occorre suscitare negli utenti il desiderio e la curiosità di trascorrere un soggiorno presso il tuo hotel e farlo con strumenti alternativi talvolta è più efficace e anche meno dispendioso.
Ormai l’utente partecipa lui stesso alla produzione e alla commercializzazione del prodotto turistico.
Il Marketing non convenzionale non disturba il cliente mentre sta facendo qualcosa e non passa inosservato mentre sbriga altre faccende… il nuovo marketing intrattiene, diverte, informa e simpatizza con il suo destinatario.
I principali strumenti mediante il quale il “famolo strano” del marketing si esprime sono le immagini o i video presenti su Youtube, Snapchat, Facebook ed Instagram; la messa in scena di circostanze particolari oggetto di campagne che diventano virali sui social, sulle testate on line e, per ultimo, il sempre verde passaparola.
Oggi per passaparola si intende tutto ciò che in prima persona viene condiviso, postato, inviato e “laikkato” dagli utenti mediante la rete. Noi stessi diventiamo promulgatori di determinati prodotti o servizi.
Per far si che il cliente veda, apprezzi e condivida occorre chiaramente che l’immagine, il video o l’idea messa in atto sia davvero originale e ben fatta. Occorre che l’advertising realizzato sia intelligente e gradevole.
Vediamo qualche esempio di puro Marketing non convenzionale nel settore turistico e chissà che tu possa trarne la giusta dose di ispirazione per promuovere al meglio la tua struttura nella stagione alle porte.
1)Tourism British Columbia, il portale che promuove il turismo in Canada, nel 2012 pensò bene di piazzare un enorme distributore automatico in cui, anziché il caffè o la merendina confezionata, si poteva selezionare una mountain bike, un kayak o una tavola da surf (reali!). L’idea decisamente d’impatto per coloro che l’hanno vista serviva, appunto, a sponsorizzare in maniera singolare le principali attrazioni di cui godere una volta raggiunto il Canada.
Ora capisco che non sia consigliabile installare un distributore simile per sponsorizzare il maneggio vicino all’Hotel potresti avere qualche reclamo dal Lega per la protezione degli animali, ciò che devi conservare di quanto ti racconto è il “piglio” lo spirito imprenditoriale e non le monumentali realizzazioni che hanno distinto questi geni del marketing.
2)Hans Brinker Hostel Amsterdam, uno dei peggiori dormitori presenti nella Capitale Olandese.
Forse la prima struttura a fare outing: il primo ostello che ha reso il suo essere dichiaratamente bettola il suo maggiore punto di forza.
Il sito dichiara apertamente che la struttura è fatiscente, male arredata, scomoda e decisamente giovanile. Una comunicazione spregiudicata che ha reso l’ Hans Brinker un vero e proprio fenomeno virale e al quale un diciottenne senza remore non potrebbe rinunciare. La sua forma di promozione si basa sull’autoironia e sul divertimento.
Anche nel caso di questa forma di promozione, ciò che bisogna estrapolare è il concetto di non creare false aspettative negli ospiti quando vengono nella tua struttura; è sempre meglio stupirli all’arrivo trovandosi di fronte qualcosa di più bello rispetto a quello che avevano immaginato e giocare sui tuoi reali punti di forza (farlo in chiave semiseria è un’arte che occorre calibrare con cautela, anche a seconda della forza del brand).

hans-brinker-marketing-turistico
Dal sito hansbrinker.com

3)Il Gallery Hotel, un altro esempio di tocco geniale in ambito turistico è quello portato avanti dalla struttura di Recanati che ha diffuso un video in cui il cliente giunto in Hotel con la brochure in mano deve tentare di trovare le differenze tra quanto presentato e quanto trovato in loco. Se si riescono a trovare delle discrepanze si vince un soggiorno nella struttura. Il video pubblicato nel 2012 è carino, fresco e giocoso… una buonissima presentazione per l’hotel.
4)Il Marriot Renaissance Hotel, un Hotel di Pittsbourgh, ha giocato sulla creazione di un pacchetto chiamato “ Lo Zen e l’arte della Disintossicazione” in cui promuove un soggiorno in una lussuosa suite sequestrando agli avventori qualsiasi dispositivo digitale in loro possesso. Niente tv, telefonini o tablet ma solo libri (quelli pieni di pagine di carta numerate).
Chissà che superate le prime crisi di astinenza si possa godere di qualche minuto di puro relax riassaporando il piacere di una gradevole chiacchierata senza tuffi carpiati verso lo smartphone al primo accenno di notifica.

 

Questi sono esempi di un marketing virale fuori dagli schemi e davvero molto non convenzionale.
Voglio però suggerirti qualche altro esempio di marketing promozionale alternativo, ma non troppo, che puoi davvero “imitare”.
Un Hotel di Londra , The Langham London Luxury five-star hotel, pubblica su Instagram una simpatica foto che mostra un suo “dietro le quinte” mentre ci si prepara all’accoglienza degli ospiti. Niente di eccezionale certo, ma è un’idea ed è quantomai alternativa se si considera il livello dell’hotel in questione. Un cinque stelle che si prende un po’ meno sul serio rispetto all’immagine patinata che è solito mostrare attira l’attenzione e la simpatia di chi lo vede.
Il Marketing su Facebook e su Instagram consente tanto e a meno prezzo rispetto ad altre forme pubblicitarie, un’idea carina e spiritosa, un’immagine buffa, una frase decisa, tutto ciò che possa contribuire a sfruttare al meglio il tuo estro potrebbe aiutarti ad attirare l’attenzione dei potenziali clienti.
Nel 2017 ormai quasi tutto il marketing proposto a livello digitale riesce ad essere unconventional se portato avanti da mani esperte e professionali. Gli strumenti di marketing per Hotel sono tanti basterà scegliere quello più adatto a te, alla tua struttura e al tuo target di clienti.
In conclusione: se sia nato prima l’uovo o la gallina forse non lo sapremo mai… l’unica certezza è che per qualche giorno, almeno il primo, sarà di cioccolato!

#BUONAPASQUA

 

Vuoi ricevere più articoli come questo che hai appena letto?

 

 



 

Resta Sempre Aggiornato