• Trend e Curiosità
  • Marketing

Hotel Marketing: 5 lezioni dai Poster turistici vintage

 

I manifesti pubblicitari del passato erano vere e proprie espressioni artistiche. Oltre ad aver acquisito grande popolarità in tutto il mondo, oltre ad essere ricercati da collezionisti di ogni fama e religione, oltre a riempire le pareti delle nostre case e dei moderni hotel, hanno anche tanto da insegnare in tema di comunicazione.

 

L’arte del manifesto ha sempre attirato persone di ogni nazionalità: tutti riescono a cogliere qualcosa che li colpisce o comunque ad entrare in facile empatia con essi. I primi uomini del marketing italiano ed europeo furono grandi artisti e abili comunicatori.

 

Nella prima parte del 20° secolo ci fu la cosiddetta “Golden Age of Travel”, un’epoca in cui esplorare il mondo era una possibilità nuova ed elettrizzante per chi aveva a disposizione risorse, tempo, immaginazione e coraggio.

 

In quel periodo non c’erano le tecnologie e gli strumenti di marketing che conosciamo oggi, le recensioni degli ospiti, le app per dispositivi mobili, le campagne di retargeting, le offerte via mail, gli influencer su Instagram, le OTA o i booking engine. Niente di tutto ciò.

 

Le compagnie aeree, gli hotel, i resort e le compagnie ferroviarie facevano affidamento su uno dei mezzi di promozione più potenti del loro tempo: i poster di viaggio.

 

 

I manifesti di viaggio avevano caratteristiche comuni: colori vivaci e testi graficamente appariscenti e accattivanti che facevano venir voglia di viaggiare solo a guardarli. E in effetti questi poster evocano, agli occhi di chi li osserva, il desiderio di avventurarsi in lungo e in largo.

 

Abbiamo tanto da imparare da queste splendide illustrazioni. In particolare, possiamo individuare in esse cinque elementi chiave che potrebbero rendere più efficace la strategia di marketing del tuo hotel.

 

#1. Prenditi del tempo per creare la tua storia

Il tuo hotel è differente. Tu lo sai ma non è detto che lo sappiano anche i tuoi potenziali clienti.

 

Allora devi raccontarglielo in modo accattivante e intrigante, attraverso una storia. La tua storia.

 

Per farlo puoi niziare da qui:

  • Chi sei e perché il tuo hotel esiste
  • Chi sono i tuoi ospiti
  • Cosa offri di particolare
  • Trova le parole giuste per dirlo
  • Racconta sensazioni e sentimenti

 

Un errore comune tra gli albergatori è quello di utilizzare il marketing del me too.

 

Anche il tuo hotel si trova nel cuore della città, a due passi dalle principali attrazioni turistiche e in una zona servita dai principali mezzi pubblici? Anche le tue camere sono dotate di tutti i comfort e godono di una vista privilegiata sulla città?

 

Bene, sappi che così narrando stai solo dicendo ai tuoi potenziali ospiti “Hey guardate, il mio hotel è esattamente uguale a quello di fronte, a quello 100 metri più avanti e forse anche a quello due vie più avanti”. Devi impegnarti a creare una differenza e il punto sta nel come riesci a scrivere una cosa che scrivono anche gli altri. A te la scelta se essere banale e prevedibile oppure brillante e originale.

 

Questo poster di un Hotel francese racconta una storia unica di vita in montagna e attività salutari.

 

#2. Dillo in breve

Il concetto di marketing alla base dei poster di viaggio è semplice: combinare un’immagine vibrante e un testo in grassetto per creare un messaggio unico ed in grado di ispirare i viaggi.

 

Questi poster erano facilmente comprensibili e perfetti per catturare l’attenzione delle persone in movimento. Oggi gli intervalli di attenzione sono ai minimi storici, quindi ogni secondo del marketing del tuo hotel ha un valore. Chi fa marketing deve essere consapevole che i primi cinque secondi in cui un visitatore atterra su un sito web di proprietà, determinano se quella persona prenoterà, abbandonerà o tornerà sul sito.

 

È importante quindi ottimizzare le prestazioni di ogni singolo secondo per ottenere quante più entrate e conversioni. Elimina tutto ciò che crea confusione nella pagina, sbarazzati delle grafiche lente nel caricamento e mantieni il sito semplice e veloce.

 

Avete per caso dubbi sulla posizione dell’Hotel Rio?

 

#3. Stupisci con un’immagine

Le fotografie che utilizzi per promuovere il tuo hotel dovrebbero essere qualcosa di più di una semplice immagine. Proprio come una singola immagine dai colori vivaci su un poster, anche le tue fotografie dovrebbero catturare l’attenzione in pochi secondi e trasmettere il messaggio che vuoi comunicare in un solo colpo d’occhio.

 

In effetti gli studi dimostrano che i viaggiatori passano il tempo a perlustrare le immagini dell’hotel prima di prendere una decisione. Le fotografie hanno il potere di condizionare le scelte, nel bene e nel male. Cerca di non utilizzare le immagini scaricate in stock da Internet ed elimina le foto troppo datate o sfocate, che danno l’idea di un albergo vecchio e trascurato.

 

Investire una parte del budget in un fotografo professionista, esperto in design d’interni, architettura e hotel, può trasformare l’immagine della tua struttura ricettiva e renderla più attraente e competitiva agli occhi dei viaggiatori. Non dimenticare poi che ci sono oggi altri fotografi molto speciali da considerare, i tuoi ospiti esperti in social media. Gli appassionati di Instagram producono sui loro profili personali contenuti visual di forte impatto quasi alla pari di un professionista pagato. Quale miglior feedback per il tuo hotel?

 

A volte, l’immagine migliore per promuovere un hotel non è la struttura in sé… ma le attrazioni vicine.

 

#4. Sii coerente nei tuoi messaggi

Ai tempi d’oro dei poster di viaggio, gli hotel non potevano cambiare i messaggi molto spesso… quindi erano costretti a essere coerenti nel loro marketing.

 

Mantenere una certa coerenza quando racconti la storia del tuo hotel è di vitale importanza per i tuoi profitti. Quando fai marketing devi sapere che la tua Unique Selling Proposition (USP) deve essere coerente su tutti i touchpoint e i canali di marketing che utilizzi. Se le persone vedono il tuo hotel descritto come “cosmopolita e sofisticato” su un canale, e come “centrale e adatto alle famiglie” su un altro, saranno confuse e preoccupate di andare avanti.

 

La coerenza aumenta la fiducia e la fiducia diventa sicurezza per il cliente.

 

Per molti anni, l’hotel Outrigger alle Hawaii ha utilizzato le immagini degli ospiti che si godevano il surf con la gente del posto. Erano i primi sostenitori della celebrazione di autentiche esperienze locali!

 

#5. Premedita il tempo e il luogo

Il più grande vantaggio della tecnologia di marketing è la capacità di indirizzare e automatizzare le campagne, consentendo di raggiungere il pubblico giusto, con il messaggio giusto, al momento giusto.

 

Sfruttalo.

 

I poster di viaggio più popolari sono stati commissionati dalle compagnie aeree e ferroviarie ed esposti rispettivamente negli aeroporti e nelle stazioni per pubblicizzare destinazioni turistiche, città e weekend elettrizzanti.

 

Anche oggi ogni messaggio pubblicitario deve essere pensato in funzione della sua destinazione: considera per esempio l’impatto di un cartellone pubblicitario che promuove un resort in Sardegna e le sue calde spiagge esposto nelle stazioni della metro di Milano.

 

L’obiettivo del tuo marketing è sempre quello di ispirare e far venire voglia alle persone di raggiungerti il prima possibile. Ovunque tu sia.

 

Fonte: Tambourine.com

 

Vuoi ricevere notizie come questa?

 

 



 

Resta Sempre Aggiornato