• Trend e Curiosità

Le novità dal TTG 2017

 
Il TTG Italia è una delle fiere più importanti per il mercato turistico; ora che ha chiuso i battenti anche l’edizione 2017 possiamo fare il punto della situazione e vedere quali siano i trend emersi. Questa edizione del TTG ha regalato ad operatori e visitatori una serie di novità e curiosità di cui approfittare nella prossima stagione… e noi, chiaramente, eravamo presenti e attenti per potertele raccontare sul blog.

 
Il TTG Italia con quasi 73 mila presenze, circa 2500 espositori e 300 conferenze e seminari rappresenta un importante spaccato del movimento turistico nazionale ed internazionale. Abbiamo partecipato a numerosi incontri e tra i tanti temi trattati ci sembra particolarmente utile per te albergatore l’osservazione inerente le novità di prodotto: le nuove forme di turismo per la stagione 2018. Vediamo assieme gli aspetti principali.

 

1)Il Glamping

Quando il glamour incontra il camping: si tratta di una innovativa tendenza che vede comodità e raffinatezza anche in campeggio. Sono sempre più numerosi coloro che cercano minimali espressioni di lusso anche nel momento in cui affrontano un soggiorno a stretto contatto con la natura. Secondo quanto emerso, questa tendenza si è consolidata nel Nord Europa ma è sempre più diffusa anche in Italia. Proprio nel nostro paese il Glamping è in grado di apportare, ad oggi, un fatturato che si aggira attorno ai 22 milioni di euro.
Questa nuova e proficua tendenza piace alle coppie e alle famiglie di tutte le età, il target è vasto e di conseguenza anche il mercato su cui puoi puntare.
 
Il vero lusso è stare comodi nella natura, questo è ciò che ha cercato di promuovere, ad esempio, il Camping Village Tiliguerta pensando di offrire anche sistemazioni eleganti e raffinate.

 
Glamping-Tilguerta

 

2)Taste Tourism

È proprio il caso di dirlo, nel 2018 Food Vibration! E più che di stelle cadenti la prossima estate si parlerà di stelle nascenti, specialmente quelle della costellazione Michelin. Pare infatti che il turismo gastronomico che coinvolge in primis proprio i ristoranti Michelin Italia tocchi un volume d’affari di 285 milioni di euro! Se nel tuo Hotel hai un ristorante preoccupati di curare l’aspetto culinario, promuovi i tuoi piatti, il tuo chef e le tue proposte, questo crescendo di interesse non può rimanere inascoltato. Usa i social per divulgare i tuoi contenuti e mi raccomando, solo ed esclusivamente immagini di grandissima qualità. Pari a quella che proponi nelle tue cene di gala.

 

 

Ti piace ciò che leggi? Aiutaci a crescere! Basta cliccare Mi Piace qui sotto. Grazie.

 

 

3)Wedding Tourism

Non solo George Clooney sceglie di “maritarsi” in Italia. Secondo quanto emerso dalle indagini condotte sono quasi 8 mila gli stranieri che scelgono l’Italia per celebrare il loro giorno più bello. E la prospettiva è ancor più rosea: pare, infatti, che nel 2018 questo dato sia destinato a crescere del +6,8%. Le destinazioni più ricercate sono la Toscana, la Costiera Amalfitana e la splendida Capri. Si tratta di un business di cui devi approfittare se ti occupi di questo target nel tuo hotel. Cura la comunicazione, la tua immagine, offri servizi adeguati (menù ad hoc per cerimonie, mise en place di un certo tipo, possibilità di allestire la sala ristorante, wedding planner, servizio fotografico e così via) e cerca di essergli fedele sempre, in salute e in malattia!

 

4)Il Cineturismo

Si tratta di una forma di viaggio che vede il turista coinvolto nella visita delle più importanti ambientazioni cinematografiche e televisive. Al grido de “La Dolce Visita” lo scorso anno sono stati più di 86 mila i turisti cinefili che pop corn alla mano hanno visitato l’Italia in quelle che sono state location note per aver fatto da scenario a film famosi. Se il tuo hotel può vantare nelle vicinanze una qualsiasi location che ha fatto da sfondo ad un film o ad una serie tv bè perchè non promuoverlo? E chissà che non sia buona la prima!

 

 

5)Viaggi in solitaria

Da un analisi condotta dal colosso dell’intermediazione Priceline emerge un’altra importante e rilevante tendenza nel mondo del travel: il viaggio in solitaria. Da un sondaggio pare che nel 2017 il 30% dei viaggiatori intervistati ha dichiarato di volersi cimentare in un viaggio da solo, senza accompagnatori. Il dato stride fortemente con la motivazione che sta alla base della voglia di intraprendere un viaggio che, nell’ultimo periodo, è quella di condividerlo…ma solo virtualmente. Per ora le mete prescelte per questo tipo di viaggio sono prettamente estere ma non tarderà ad approdare anche nel belpaese. Preparati in tempo, creando offerte ed itinerari ad hoc!

 
Si tratta di nuovi spunti per il tuo business. Si tratta di indirizzi concreti, interessanti e all’avanguardia; perché non introdurli nei tuoi servizi, nella comunicazione del tuo sito o nelle prossime offerte?

 

Vuoi ricevere notizie come queste che hai appena letto? Iscriviti! non riceverai mai spam o qualcosa che non sia da te richiesto!

 

 



 

Resta Sempre Aggiornato