Hotel food experiences
  • Trend e Curiosità

Questo Hotel non è un ristorante

 

Un italiano su tre, nell’ultimo anno, ha intrapreso un viaggio sul territorio nazionale alla scoperta delle nostre tradizioni enogastronomiche.

 

L’enogastronomia è una componente rilevante nelle scelte di viaggio degli italiani.

 

Il 63% dei turisti italiani valuta importante la presenza di un’offerta enogastronomica o di esperienze tematiche quando sceglie la meta del viaggio. Elementi imprescindibili sono qualità e sostenibilità, il tema green non è driver di scelta solo per le produzioni agroalimentari, ma anche per il 42% delle strutture ricettive*.

 

Non solo italiani, ma anche un numero sempre crescente di turisti stranieri sceglie il nostro Paese per immergersi in un viaggio di gusto, esperienziale e sensoriale.

 

Quando sono in vacanza, i tuoi ospiti desiderano quindi sperimentare: mangiare piatti tipici locali e visitare un mercato con prodotti del territorio sono tra le esperienze più ambite in tema food.

 

Se la tua struttura ricettiva non offre un servizio di ristorazione, non preoccuparti, non sei fuori dai giochi. Puoi comunque soddisfare i palati degli ospiti. E se non sai come fare basta guardarsi intorno. Ecco cosa stanno facendo, per esempio, gli altri albergatori nel mondo e in Italia per conciliare soggiorno ed esperienze culinarie. Che si tratti di un evento in-house o di una partnership con marchi terzi di prodotti alimentari, l’obiettivo è fidelizzare i clienti e creare un’esperienza di viaggio perfetta.

 

Nel mondo

 

#Gli hotel collaborano con i giganti del food delivery
InterContinental Hotels Group (IHG) – proprietario di Holiday Inn, Crowne Plaza e molte altre grandi catene alberghiere – ha stretto una partnership con OpenTable e Grubhub per lanciare un nuovo programma di fidelizzazione basato sul cibo.

 

L’idea di fondo è molto semplice: i membri di IHG possono guadagnare punti ogni volta che ordinano cibo da asporto su GrubHub per essere consegnato in hotel o prenotano un ristorante tramite OpenTable. Per guadagnare punti, i clienti devono ordinare tramite uno dei canali ufficiali: l’App, il sito web o il Wi-fi dell’hotel.

 
Tavola Hotel Food Experience
 

Perché è diverso dagli altri programmi di fidelizzazione legati al cibo? Di solito i clienti sono premiati se utilizzano il ristorante in-house o uno di quelli selezionati dall’hotel. Invece, IHG offre ai suoi membri una scelta molto più ampia, consentendo loro di scegliere qualsiasi ristorante su OpenTable o di ordinare quello che vogliono da GrubHub.

 

La parte più intelligente del programma riguarda la sua capacità di generare engagement. Dopotutto, mangiare è sia un’abitudine quotidiana che un’esperienza sociale, il che significa che le persone probabilmente utilizzeranno e apprezzeranno il programma indipendentemente dal motivo per cui viaggiano o dalle loro circostanze personali. Inoltre, guarderanno l’hotel in modo molto più favorevole per averle premiate e saranno propense a tornarci o lasciare recensioni positive.

 

In questo modo, il brand IHG ha un impatto diretto sui suoi clienti anche quando questi spendono i loro soldi altrove. Non male direi.

 

In Italia

 

#Gli hotel si alleano con i produttori locali online e con i local coach
Se visitare i mercati con i prodotti del territorio è tra le esperienze più ricercate dai viaggiatori, qualcuno ha pensato bene di soddisfare i loro desideri.

 

Sto parlando del gruppo riminese JSH Hotels Collection, che ha stretto una partnership con Foodscovery, la piattaforma di marketplace per privati e operatori business che permette di acquistare direttamente dai produttori locali le eccellenze della gastronomia italiana.

 

Come funziona? Le strutture alberghiere del gruppo JSH hanno creato un circuito a tappe per i loro ospiti: un piccolo mercato all’interno dell’hotel dove i produttori “offrono assaggi e degustazioni, per far scoprire i tesori che ogni giorno si impegnano a produrre, salvaguardando il buono dell’Italia con passione e professionalità”.

 
Hotels food experiences italia
 

Insomma, i tuoi ospiti vogliono il mercato con i prodotti locali? E tu glielo fai trovare direttamente in hotel. In questo modo si fidelizzano i clienti che possono scoprire, assaggiare e acquistare i prodotti autentici dell’eccellenza gastronomica in totale comodità.

 

Lo stesso gruppo ha poi introdotto nei suoi resort il cosiddetto local coach, un esperto del territorio che accompagna gli ospiti fuori dalla struttura alla scoperta delle bellezze e prelibatezze del territorio circostante. Un servizio autentico e originale molto apprezzato da tutti i viaggiatori del mondo.

 

Il tuo Hotel può essere molto più di un ristorante.
Il tuo Hotel può essere molto più di un info-food-point.

 

*Primo Rapporto sul Turismo Enogastronomico Italiano 2018

 

Vuoi ricevere notizie come queste che hai appena letto?

 

 



 

Resta Sempre Aggiornato