• Social Media

I migliori social media per gli Hotel

 

Benvenuto al secondo appuntamento della nostra rubrica social. Dopo aver visto quali sono le opportunità per un hotel che utilizza i social media in modo corretto , continuiamo il nostro viaggio in questo mondo virtuale. Se vuoi accrescere la tua reputazione online, essere più competitivo sul mercato e diventare una tra le strutture più amate dai viaggiatori, vieni con me, ti guiderò in questo mondo fantastico.

 

Gli albergatori adorano Facebook, Twitter e YouTube. Solo recentemente Instagram.

I viaggiatori adorano Facebook, Instagram, TripAdvisor, Flickr, Twitter e YouTube.

Questo vuol dire che anche gli albergatori più social in assoluto non sono mai tanto social quanto i loro ospiti. Capita spesso, poi, anche tra chi usa quotidianamente questi strumenti, di fare un po’ di confusione tra l’uno e l’altro e pubblicare magari gli stessi contenuti, indiscriminatamente, su tutte le piattaforme.

 

Ad ognuno i suoi contenuti, perché i social media non sono tutti uguali. Come promesso, vediamo quali sono quelli più utili per le strutture ricettive e quando è meglio utilizzarne uno piuttosto che un altro. Oggi mettiamo a confronto Facebook, Twitter, Instagram e YouTube.

 

Nonostante ogni piattaforma abbia le sue peculiarità, ci sono alcune regole valide per tutti i social media:

  • Cura tutte le pagine e i profili che hai creato
  • Pubblica contenuti mirati e aggiornati
  • Rispondi ai commenti e tieni conto dei feedback dei tuoi follower
  • Separa i contenuti legati alla tua sfera personale e privata da quelli legati alla tua attività (alcuni contenuti possono essere pubblicati sia sul tuo profilo personale che su quello aziendale, ma attenzione al registro comunicativo che utilizzi)
  • Sii sempre coerente

 

Facebook

È un grande strumento di business per il tuo hotel, il luogo pubblico dove farti conoscere e promuovere i tuoi servizi.

Guardando la “Mappa dei social network nel mondo” notiamo che Facebook è ancora il più amato dagli italiani e pure da tutti gli altri. Con i suoi 2,19 miliardi di utenti mensili attivi, Facebook è semplicemente troppo grande per essere ignorato.

 

Persone di ogni genere, razza, età e status socio economico sono presenti su questo social. È il miglior luogo in cui intercettare il target che va dai 18 ai 49 anni (la cosiddetta Generazione X).

 

Cosa pubblicare su Facebook

  • Iniziative, promozioni ed offerte specifiche del tuo hotel
  • Iniziative, promozioni ed eventi di ristoranti, locali o associazioni nelle vicinanze
  • Live Video. Attraverso la funzionalità Diretta, potrai mostrare a tutti i tuoi fan ciò che avviene nel tuo Hotel. Magari un tramonto speciale, una colazione, un evento o una cena di gala. Oppure per mostrare che il tuo Hotel sulla spiaggia… è effettivamente sulla spiaggia!
  • Contenuti generati da altri utenti, quali foto, video o post che menzionano il tuo hotel. Questo può essere migliorato con l’uso di contest: ad esempio, potresti chiedere ai tuoi ospiti di pubblicare un’immagine durante il loro soggiorno per partecipare ad un sorteggio e vincere una vacanza gratuita o qualche servizio extra per la prossima prenotazione.
  • Articoli e video del tuo blog (se ne hai uno) o di altri blog di viaggio

 

Su Facebook puoi dare libero sfogo alla fantasia. Puoi pubblicare un post con i prossimi eventi nella tua città, un video che promuove un’attrazione nei dintorni o ancora, se organizzi tu stesso un aperitivo, un cocktail party, una grigliata della domenica, un cinema in cuffia, un contest fotografico o una colazione da Tiffany. Ricorda che Facebook è una piattaforma ad alto impatto visivo: i post con immagine/video+testo sono molto più efficaci del solo testo. Anzi, i post con solo testo sono generalmente sconsigliabili.

 

Pagina Facebook o profilo personale?

Ancora oggi, moltissimi albergatori ci fanno spesso questa domanda.

Rispondiamo pubblicamente:

  • il profilo personale è lo spazio in cui interagisci con i tuoi amici e parenti
  • la pagina è il luogo dove fai pubblicità e promuovi i tuoi servizi anche con inserzioni a pagamento. Assolutamente ed indiscutibilmente lo strumento che devi utilizzare.

 

Quindi, mai creare un profilo personale con il nome del tuo hotel. Oltre ad emergere un problema di scopi (interazioni private vs pubblicità), si rischia di violare i diritti di responsabilità di Facebook, per cui “Usare il tuo profilo per rappresentare un soggetto diverso da te stesso (ad es. la tua azienda) va contro le Condizioni di Facebook e se non lo converti in una Pagina, puoi rischiare di perdere in modo permanente l’accesso al tuo account”.
Per concludere, su Facebook è fondamentale integrare anche una strategia di marketing. Infatti, con il solo reach organico, difficilmente potrai ricavare grandi risultati. A questo proposito, scriveremo un articolo aggiornato molto presto.

 

Twitter

Twitter è il tuo concierge virtuale: consente agli utenti di fare domande e agli albergatori di rispondere in modo tempestivo e trasparente.

Meno utilizzato in Italia, molto apprezzato nel resto del mondo, in particolare negli Stati Uniti. Gli italiani su Twitter sono circa 1 milione, ma gli utenti nel mondo sono 190 milioni ed in continua crescita.

 

Twitter è un servizio di social networking e microblogging che ti consente di leggere e pubblicare brevi messaggi, i cosiddetti tweet (limitati a 280 caratteri), caricare foto o brevi video. È utile non solo a promuovere il tuo hotel ma anche (e soprattutto) a creare un servizio clienti di qualità.

 

Cosa pubblicare su Twitter

La brevità e la tempestività dei suoi messaggi lo rendono perfetto per:

  • le comunicazioni last minute (per es. se la strada principale per raggiungere il tuo hotel è chiusa causa lavori o manifestazione sportiva, segnala un percorso alternativo)
  • far sapere “cosa c’è di nuovo” (nuovi materassi king size nelle tue camere; nuovo spazio lettura e relax; nuovi trattamenti nel tuo centro benessere)
  • risolvere problemi e gestire reclami in tempo reale
  • mettere in evidenza eventi e notizie locali

 

Instagram

La piattaforma ideale dove fare brand curation e stimolare la brand awareness.

Con i suoi 800 milioni di utenti mensili attivi (500 milioni ogni giorno), questa community per la condivisione di immagini, brevi video e storie sembra crescere in modo inarrestabile e alquanto rapido. La sua audience è molto giovane, con il 90% degli utenti under 35.

 

Instagram è il social che più di tutti ti permette di creare una connessione emotiva forte tra il tuo hotel (quindi il tuo brand) e gli utenti (i tuoi ospiti e futuri ospiti). Le immagini, i video e le storie si fanno infatti portavoce dei tuoi valori, delle tue emozioni e dei tuoi interessi.

 

Utilizza Instagram per:

  • Ispirare le persone
  • Raccontare la tua storia
  • Cercare nuovi contatti

 

Cosa pubblicare su Instagram

  • Post visivamente accattivanti di cibo e viaggi (foto di piatti tipici; video di escursioni sul territorio o eventi culturali locali)
  • Consigli di viaggio
  • Panorami e scorci del tuo territorio
  • Live Video in cui mostri le peculiarità della tua struttura, del tuo ristorante e degli eventi che ospiti
  • Persone (umanizza la tua attività presentando il tuo staff)
  • Codici sconto, foto contest, sondaggi (contenuti ideali per le storie), offerte super last minute

 

Per ottenere i migliori risultati utilizza gli #hashtag giusti, sia quelli più popolari che ti portano nuovi like e follower, sia quelli meno popolari che ti danno la possibilità di targetizzare meglio il tuo pubblico ed entrare in circuiti di interesse di nicchia. Per capirci, se il tuo hotel è su una spiaggia in Calabria, utilizza sia l’hashtag #Calabria che quella #NomeDellaSpiaggia.

 

Anche l’inserimento della posizione ti aiuta ad ottenere maggiore visibilità e seguito. Impostare la località in cui è scattata la foto aiuterà i viaggiatori a trovare il tuo hotel quando cercano immagini collegate a quel luogo. Ad intercettarti e magari ad approfondire sul tuo sito web.
Per ultimo, puoi (nonché devi :)) re-postare le immagini che i tuoi clienti scattano nel tuo Hotel. Come puoi trovarle? Basta fare una ricerca su Instagram, sia per luogo (cercando il tuo hotel nel menù “scopri”) sia per hashtag (se la strategia di comunicazione del tuo hotel ne prevede una, altrimenti ti consiglio di cercare semplicemente con il #NomeDelTuoHotel). In questo modo coinvolgerai e fidelizzerai maggiormente sia i tuoi clienti che i potenziali tali. Per il repost puoi servirti di Repost App, gratuita e scaricabile su tutti gli app store.

 

YouTube

Il canale più rapido per far parlare del tuo hotel.

Con il suo miliardo di utenti unici al mese e oltre 2 milioni di visualizzazioni al minuto, YouTube si piazza al primo posto tra i portali di condivisione di video nel mondo.

Avere un canale YouTube personalizzato per il tuo hotel non solo ti aiuterà a farti pubblicità, ma fornirà ulteriori opportunità per migliorare il posizionamento nei motori di ricerca. Google è proprietario di YouTube e indicizza i tuoi contenuti video più rapidamente dei contenuti del tuo sito web. Le persone alla ricerca di un luogo ideale dove soggiornare troveranno più facilmente il tuo sito web se utilizzi YouTube come parte della tua strategia digitale.

 

Sempre più persone guardano video relativi ai viaggi prima di decidere quale sarà la loro prossima avventura. Navigare su YouTube o guardare video altrove è ormai parte del viaggio, in particolare accompagna la fase del “sogno”. I video sono presi in considerazione dai viaggiatori quanto le recensioni e aiutano a prendere le decisioni.

 

Non dimenticare poi che YouTube è un’ottima soluzione tecnica per caricare video e non appesantire il server che ospita il tuo sito Web.

 

Cosa pubblicare su YouTube

  • Gli stessi video che pubblichi su Instagram, magari in una versione “long tale”
  • Il video del tuo brand (3 minuti sono più che sufficienti per non annoiare e catturare l’attenzione)
  • Il tour virtuale della tua struttura ricettiva (questo sarà utile e interessante ma non aspettarti troppe condivisioni)
  • Hai deciso di ospitare qualche cantante o musicista nel tuo giardino o nella tua hall? Fai un breve video e condivilo!
  • Un’istantanea della tua città (ti aiuta a creare una community e connetterti con le altre realtà locali)
  • Dei mini video suddivisi per categorie, come Spiaggia, Camere, Food, Fun. In questo modo potresti anche misurare quali delle categorie funziona meglio per il tuo pubblico.

 

Queste sono le differenze di base tra le principali piattaforme social che una qualunque struttura ricettiva dovrebbe utilizzare. Nelle prossime puntate entreremo nel vivo del rapporto tra hotel, blogger e influencer, vedremo quali sono gli aspetti principali da considerare per trovare quelli giusti, parleremo di un caso reale che ha fatto molto discutere e faremo dei focus sulle strutture ricettive che hanno più successo sui social, per capire come e perché e, magari, prendere qualche spunto interessante.

 

Stay connected!



 

Resta Sempre Aggiornato